Home Economia Come leggere la busta paga
Come leggere la busta paga
0

Come leggere la busta paga

0

chiudi


Avete ricevuto la vostra busta paga e volete sapere come fare a leggerla? Qui vi spieghiamo passo dopo passo come riuscire a farlo

La busta paga è il documento che riunisce tutti gli elementi che caratterizzano la retribuzione del lavoratore, quindi è ovvio che la parte più importante di questa sia la retribuzione netta. Ma oltre a questo, all’interno della busta paga ci sono molti altre voci da comprendere, come ad esempio i giorni di ferie maturati e le tasse IRPEF pagate.

COME È DIVISA LA BUSTA PAGA?

La busta paga si compone di quattro sezioni relativi ai dati anagrafici di entrambe le parti, alle somme percepite dal lavoratore, a quelle trattenute ai fini fiscali e previdenziali e al calendario delle presenze. La sezione anagrafica si compone da una parte dedicata al datore di lavoro, nel quale è scritto il nome delle ditta, la posizione INPS e la posizione INAIL. La parte invece relativa al lavoratore contiene, oltre al nome e al cognome, molti dati come il codice fiscale, la data di assunzione, il mese di retribuzione, la sede di lavoro e molti altri dati legati all’anagrafica.

LA RETRIBUZIONE COME È ESPRESSA?

La parte dedicata alla retribuzione è, per certi versi, il cuore della busta paga ed è composto dallo stipendio indiretto, ovvero quello che spetta al lavoratore per effetto del verificarsi di eventi particolari o da previsioni contrattuali, e dallo stipendio differito, quella parte che matura periodicamente ma che viene corrisposta a posteriori. Per capire quale sia il vero stipendio, si deve passare da quello lordo a quello netto e per far ciò si deve tener conto di tutti gli elementi, fissi o variabili, dello stipendio e le trattenute fiscali e previdenziali.

E I CONTRIBUTI?

Le sezioni dedicate ai contributi, IRPEF INPS che siano è quella di più facile lettura. Perché per il primo caso si tratta di una ritenuta d’acconto, che verrà detratta nella successiva dichiarazione dei redditi, ed è proporzionale allo stipendio percepito su base annua. Mentre nel secondo caso, i contributi pensionistici variano a secondo del tipo di contratto di lavoro e dell’ammontare su cui vengono applicate le aliquote INPS.
certificato_unicasim

Come leggere la busta paga ultima modifica: 2016-10-08T16:08:31+00:00 da Guide News Mondo