Home Tech Dreamcast 2? Una bufala nata sui social, secondo Kotaku
di Massimiliano Monti 0

Dreamcast 2? Una bufala nata sui social, secondo Kotaku

0

Il popolare sito di videogiochi fa il punto sulla situazione di Dreamcast 2, la fantomatica console di SEGA di cui la rete parla in questi giorni.

chiudi


Dreamcast 2, secondo il pettegolezzi della Rete, avrebbe dovuto essere la console del rilancio della storica casa giapponese nel mondo delle console. Peccato che sia tutto falso. Fortunatamente Kotaku, popolare sito americano di videogiochi, ha provveduto a fare chiarezza, parlando con le persone che, in teoria, ci sono dietro a questo progetto.

Tutto è nato da un gruppo di appassionati della console Dreamcast, l’ultima prodotta da Sega, che si sono incontrati su Facebook in un gruppo chiamato Project Dream – Dreamcast Revival. Prima di salire all’onore delle cronache il gruppo contava circa 900 membri, ora sono poco meno di 3.000, e si era prefisso uno scopo molto semplice: creare una petizione su Change.org per chiedere al produttore giapponese di costruire una versione di Dreamcast che supporti l’alta definizione. Questo è tutto.

Quindi niente Dreamcast 2?

La situazione è piuttosto chiara: Dreamcast 2 è una invenzione della Rete, sempre affamata di novità e sempre frettolosa nel riportare i fatti. Tutto è nato dai titoli infelici dati ad alcune interviste rilasciate da Patrick Lawson, uno dei due fondatori del gruppo su Facebook, in cui raccontava cosa avevano in mente e come gli sarebbe piaciuto proporre la loro idea a Sega. Lawson inoltre ha sempre detto che non ci sono mai stati contatti ufficiali fra loro e il publisher giapponese, ma che speravano di incontrarli nel prossimo anno.

TTutte le immagini che "proverebbero" l'esistenza di Dreamcast 2 provengono dallo stesso video indipendente del 2013
Tutte le immagini che “proverebbero” l’esistenza di Dreamcast 2 provengono dallo stesso video indipendente del 2013

Titolazione infelice e passaparola sui social media hanno fatto il resto: Prima è nato il termine Dreamcast 2, poi la console è passata dall’essere “allo studio” a “quasi pronta” a “venduta nel 2016”. Sega non ne ha mai parlato e, per la verità, il gruppo di fan aveva addirittura in mente di proporre un altro nome, Ringedge Zero. Sega non ha mai commentato l’accaduto, né risposto. E le immagini che sono circolate in questi giorni, sono semplicemente prese da un concept video del 2013 realizzato come esercizio di stile da uno studio indipendente.

Dreamcast 2? Una bufala nata sui social, secondo Kotakuultima modifica: 2015-12-23T11:36:47+00:00da Massimiliano Monti
di Massimiliano Monti