Home Politica Elezioni USA 2016: i nostri politici voterebbero così
Elezioni USA 2016: i nostri politici voterebbero così
0

Elezioni USA 2016: i nostri politici voterebbero così

0

chiudi


Le attesissime elezioni USA 2016 si stanno svolgendo in queste ore: ma cosa voterebbero i nostri politici? Lo hanno scritto loro stessi.

Ormai siamo arrivati al grande giorno delle elezioni USA 2016: gli americani sono chiamati a votare, in questo Super Tuesday, chi tra Hillary Clinton e Donald Trump dovrà governare l’America per i prossimi anni.

I politici italiani si sono espressi, tramite interviste e dichiarazioni sui social, riguardo al loro voto (se fossero stati americani).

Renzi sostiene Clinton

Matteo Renzi ha espresso sulla sua pagina Facebook la preferenza verso la candidata democratica, Hillary Clinton (che è in vantaggio).

“Sono ore decisive per gli Stati Uniti e quindi per il mondo. Tra qualche ora sapremo il nome del 45° presidente americano ed è ovvio che questa scelta influenzerà moltissimo il mondo dei prossimi quattro anni. Noi… speriamo che sia femmina, come recitava il titolo di un vecchio film.”

Salvini vota Trump

Anche Matteo Salvini della Lega Nord, sempre attivo sui social, ha voluto esprimere così la sua preferenza, che va al candidato repubblicano Donald Trump:

“Banchieri, speculatori, cantanti, affaristi, giornalisti e attori per la Clinton.
Io preferisco i semplici, normali, banali, ricchi o poveri, liberi cittadini.”

In un’altra occasione aveva anche aggiunto che Trump potrebbe cambiare la storia, mentre la Clinton rappresenterebbe “il peggio del peggio”.

M5S e Berlusconi più “fumosi”

La linea di voto del Movimento Cinque Stelle non è chiara, perché non ci sono delle prese di posizione ufficiali. Come riporta La Repubblica, il deputato M5S Manlio Di Stefano aveva dichiarato:

“Mi suiciderei piuttosto che votare uno di quei due, uno gli rovinerebbe la vita internamente, l’altra li porterebbe alla terza guerra mondiale”.
In passato, in un’intervista concessa alla giornalista di Wired, Gaia Berruto, Beppe Grillo rispose così a una domanda diretta su Trump:

“Beh, forse è meno peggio della Clinton. Però se è quello che esprimono oggi gli Stati Uniti, non è una cosa straordinaria”.

Silvio Berlusconi ha rifiutato il paragone con Donald Trump, che diverse volte è stato proposto dalla stampa. A riguardo della candidata democratica ha dichiarato:

“È la candidata più preparata ad assumere questo incarico”.

Elezioni USA 2016: i nostri politici voterebbero così ultima modifica: 2016-11-08T11:02:35+00:00 da Caterina Saracino