Home Tech In futuro password più sicure con segni e icone
di Massimiliano Monti 0

In futuro password più sicure con segni e icone

0

I ricercatori dell’Università di Plymouth hanno messo a punto un sistema visivo per creare password più sicure e più facili da ricordare.

chiudi


Rendere le password più sicure eliminando la necessità di scrivere lettere e numeri può sembrare un paradosso, eppure secondo una ricerca dell’Università di Plymouth potrebbe essere la strada giusta per semplificarci la vita. Il recente studio che hanno pubblicato infatti mostra un nuovo sistema, chiamato GOTPass, che combina segni, simboli e un codice temporaneo da utilizzare per l’accesso. Secondo la ricerca, la “sequenza di accesso” ottenuta sarebbe sia più facile da ricordare sia più sicura delle password tradizionali.

Nella sua forma attuale, GOTPass richiede una prima configurazione, da fare una sola volta, in cui l’utente deve prima scegliere un segno da tracciare in una griglia 4×4, un po’ come accade con il sistema di sblocco dei telefoni Android, poi scegliere un’immagine simile a una emoticon fra trenta che gli vengono proposte. Dopo aver scelto quattro immagini, la “password” è completa. Decisamente più facile da fare che da spiegare.

Password più sicure… senza lettere?

Questa sequenza, composta da un segno e quattro immagini e quindi piuttosto semplice da ricordare, può essere usata per accedere, con un sistema a due passaggi. Nel primo l’utente dovrà tracciare il segno che ha scelto, nel secondo gli saranno presentate sedici immagini, due delle quattro scelte durante la configurazione, e quattordici altre. Scegliendo quelle giuste l’utente riceverà un codice temporaneo che potrà usare per l’accesso.

Può sembrare un sistema laborioso, ma lo è comunque meno rispetto a ricordarsi password lunghissime e complicate o fare strani ragionamenti con i sistemi che richiedono di inserire alcune lettere in posizioni precise. Secondo i ricercatori l’accesso richiederà lo stesso tempo rispetto all’inserimento di una password sicura, e sarà più facile da ricordare. Dal punto di vista della sicurezza, i test di laboratorio hanno dato buoni risultati: su 690 tentativi di intrusione, solo 23, cioè il 3,33% sono andati a buon fine. Un buon inizio per un sistema ancora sperimentale.

Fonte foto copertina: Plymouth University

In futuro password più sicure con segni e iconeultima modifica: 2016-01-04T18:11:30+00:00da Massimiliano Monti
di Massimiliano Monti