Home Guide Imposte da pagare per l’acquisto di una prima casa
Imposte da pagare per l’acquisto di una prima casa
0

Imposte da pagare per l’acquisto di una prima casa

0

chiudi


Imposte acquisto prima casa, tutto quello che c’è da sapere: cosa sono, quando si pagano e come vengono calcolate?

Acquistare una casa è da sempre il sogno di milioni di italiani. Nonostante le difficoltà economiche che attagliano i nostri tempi, il mercato immobiliare ha registrato negli ultimi mesi una ripresa rispetto al passato. Ma cerchiamo di capire quali sono le imposte da pagare per l’acquisto della prima casa, le agevolazioni inserite con le nuove aliquote, ma sopratutto come è possibile calcolarle.

Acquisto prima casa da privato

L’acquisto di una prima casa da un privato richiede all’acquirente persona fisica il pagamento di una serie di imposte previste nel rogito o comunemente chiamato atto di compravendita. L’acquirente è tenuto a pagare un’imposta di registro del 2% (ridotta dal 3% dal 1 gennaio 2014), un’imposta ipotecaria fissa del valore di 50 euro (ridotta da 168 euro dal 1 gennaio 2014) e un’imposta catastale di 50 euro (ridotta da 168 euro dal 1 gennaio 2014). Per usufruire delle nuove aliquote agevolate entrate in vigore dal 1 gennaio 2014 con il Decreto Istruzione Settembre 2013 – Dl 104/2013, è necessario rispettare alcuni parametri:

  • l’immobile non deve rientrare nelle categorie di immobili di lusso;
  • l’immobile deve essere ubicato nel Comune dove l’acquirente ha residenza o dove intende stabilirla in un termine massimo di 18 mesi dalla stipula;
  • al momento dell’atto di acquisto il compratore non deve essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto o uso e abitazione di un altro immobile e non aver usufruiti delle agevolazioni prima casa.

Acquisto prima casa da impresa

L’acquisto di una prima casa da impresa costruttrice o di ristrutturazione entro un termine massimo di 4 anni dalla fine dei lavori, richiede all’acquirente persona fisica il pagamento di una serie di imposte:

  • IVA del valore 4% che aumenta al 22% se si tratta di immobile è di lusso;
  • imposta di registro di 200 euro (aumentata da 168 Euro dal 1 gennaio 2014);
  • imposta ipotecaria 200 euro (aumentata da 168 Euro dal 1 gennaio 2014);
  • imposta catastale di 200 euro (aumentata da 168 Euro dal 1 gennaio 2014).

Qualora l’acquirente acquisti la prima casa da impresa non costruttrice oppure costruttrice ma dopo quattro anni dalla fine dei lavori dell’immobile, le imposte avranno un calo considerevole:

  • IVA esente
  • imposta di registro del 2% (ridotta da 3 % dall’1 gennaio 2014);
  • imposta ipotecaria fissa di 200 euro (aumentata da 168 Euro dal 1 gennaio 2014);
  • imposta catastale fissa di 200 euro (aumentata da 168 Euro dal 1 gennaio 2014).

certificato_unicasim

Imposte da pagare per l’acquisto di una prima casa ultima modifica: 2016-11-29T18:08:20+00:00 da Guide News Mondo