Home Primo Piano Lapo Elkann prima dell’arresto: “Sono stanco”
Lapo Elkann prima dell’arresto: “Sono stanco”
0

Lapo Elkann prima dell’arresto: “Sono stanco”

0

chiudi


Lapo Elkann ha inscenato un rapimento per ottnere 10.000 dollari: dietro questa caduta, un periodo di particolare fragilità.

Quando si è diffusa la notizia dell’arresto e del rilascio a New York di Lapo Elkann, è scoppiato il putiferio. Dopo essere volato in America per portare a compimento dei progetti lavorativi, l’erede di casa Agnelli si è dato ai festini a base di droga. Con Lapo Elkann il trans Curtis McKinstry, di professione escort. Quando il denaro per finanziare il party di sesso e droga è terminato, Lapo ha provato a chiedere altra cocaina ma gli è stata negata: a quel punto ha telefonato alla famiglia: “Mi hanno sequestrato, chiedono 10.000 dollari per liberarmi”.

Scoprire l’inganno è stato facile, e così Elkann è stato arrestato e subito rilasciato dalla polizia, ma dovrà subire un processo.

Un periodo di fragilità

Già in passato per Lapo Elkann non erano mancati i guai. Il periodo sembrava ormai superato e il rampollo degli Agnelli si era dedicato ai suoi progetti. Il brand di occhiali di Lapo Elkann, Italia Independent da una parte; dall’altra Garage Custom, il progetto di personalizzazione delle auto di Lapo Elkann.

Il suo lavoro, però, non stava andando secondo i suoi piani: il marchio di occhiali in carbonio è sprofondato, con spese che superavano gli incassi; per non parlare del lancio negli Stati Uniti, che aveva deluso molto le aspettative di Lapo. Anche per Garage Custom c’erano state grosse difficoltà, di matrice burocratica, che avevano rallentato quasi a fermarlo il progetto.

Arrivano così le confessioni agli amici, attraverso chiamate e messaggi: parlano di stanchezza, di cambiamenti che faticavano a entrare nella routine della sua vita. Crisi, semplicemente, come quella che ha travolto migliaia di imprenditori.

Ed ecco che, dopo la triste vicenda del rapimento inscenato, l’ironia del web torna a travolgere Elkann e a peggiorare la situazione. Persino un tweet inviato per sbaglio dalla redazione del “Il corriere della sera” parla di una semplice “telefonata al papino” che sarebbe bastata per avere soldi, senza ricorrere al reato.

Lapo Elkann prima dell’arresto: “Sono stanco” ultima modifica: 2016-11-30T11:12:55+00:00 da Caterina Saracino