Home Cronaca Rapiti due italiani a Ghat in Libia, a sud del paese nel Fezzan
  Previous Video I giovani riscoprono culto per lini e ricami, il tessile per la casa
  Next Video Qatar, Al Kawari: la tutela del patrimonio e della cultura come antidoto al terrorismo
0

Rapiti due italiani a Ghat in Libia, a sud del paese nel Fezzan

0

La guerra civile in Libia colpisce anche l’Italia, rapiti due concittadini

La guerra civile in Libia colpisce anche l’Italia. Due concittadini sono stati rapiti a Ghat, nel Fezzan, regione meridionale del paese. La notizia è stata confermata dalla Farnesina. Si tratta del 56enne Bruno Cacace, in Libia dal 2006 e residente a Borgo San Dalmazzo, in provincia di Cuneo, e di Danilo Calonego, 68 anni, del Bellunese. Con loro è stato preso in ostaggio anche un canadese. Si tratta di tre dipendenti di una società piemontese, con sede a Mondovì, la Con.I.Cos, che opera in Libia dal 1982, impegnata nella manutenzione dell’aeroporto cittadino.

I tre operatori della società piemontese sono stati prelevati da un commando armato, fuori della città. I rapitori si sarebbero fermati sul ciglio di una strada, attirando l’attenzione dei due italiani e del canadese per poi costringerli a salire sull’auto, scomparendo poi verso una destinazione sconosciuta.

Al momento non è arrivata alcuna rivendicazione del rapimento, così come restano sconosciuti l’identità del gruppo e il luogo di detenzione. L’area del rapimento è una zona contesa da tribù locali che di recente hanno raggiunto un accordo di tregua. Si tratta inoltre di una regione in cui  sarebbe cresciuta l’influenza dei miliziani dell’Isis e di Boko Haram, il movimento islamista che opera in Nigeria.

Fonte: askanews

Rapiti due italiani a Ghat in Libia, a sud del paese nel Fezzan ultima modifica: 2016-09-20T15:16:28+00:00 da Davide Corrado