L’ultimo saluto del presidente Obama: “Non mi fermo qui, al vostro fianco da cittadino”

SHARE

Barack Obama e il saluto al popolo americano: “La nostra democrazia è minacciata quando la consideriamo garantita. Quando stiamo seduti a criticare chi è stato eletto, e non ci chiediamo che ruolo abbiamo avuto nel lasciarlo eleggere

chiudi


Saluto Obama – Giunge a termine la vita presidenziale di Obama con il discorso di commiato ai cittadini che sa tanto di testamento politico per questi lunghi anni di governo iniziati da un semplice Yes We Can!

Obama ha parlato alla sua gente più che al suo popolo, da cittadino più che da Presidente, citando la Costituzione invece che dare consigli o criticare il suo discusso successore Donald Trump.

È stato l’onore della mia vita servirvi, ma non mi fermerò qui. Sarò al vostro fianco, da cittadino” è stata la promessa del Presidente uscente, il quale ha battuto molto sull’impegno politico e civile della popolazione: “La nostra democrazia è minacciata quando la consideriamo garantita. Quando stiamo seduti a criticare chi è stato eletto, e non ci chiediamo che ruolo abbiamo avuto nel lasciarlo eleggere. E se siete stanchi di discutere con degli estranei su Internet provate a incontrarne qualcuno in carne e ossa. Candidatevi per un incarico pubblico. Mettetevi in gioco, scendete in campo“.

Obama Michelle- Immancabile il saluto e il ringraziamento alla moglie Michelle: “Sei la mia migliore amica. Mi hai reso orgoglioso, hai reso orgogliosa l’America“. Un’America che saluta tra le lacrime il suo quarantaquattresimo presidente e guarda con discreta incertezza al futuro, dove ai erge prepotente l’ombra di Donald Trump, pronto a iniziare la sua di avventura alla Casa Bianca. E quello sarà finalmente il momento delle risposte.