Home Politica M5S, firme false: 4 indagati a Bologna. Grillo: “Chi sbaglia va via”
M5S, firme false: 4 indagati a Bologna. Grillo: “Chi sbaglia va via”
0

M5S, firme false: 4 indagati a Bologna. Grillo: “Chi sbaglia va via”

0

chiudi


Procede l’inchiesta sulle firme false di M5S: dopo Palermo, 4 indagati a Bologna per le Regionali del 2014 in Emilia-Romagna.

Si allarga l’inchiesta sulle firme false raccolte da M5S. Stando alle indagini del pubblico ministero Michela Guidi, seguite dal procuratore Giuseppe Amato, le quattro persone indagate avrebbero posto l’autentica a firme non apposte in loro presenza o apposte in un luogo differente da quello previsto in base alla territorialità. Un’altra irregolarità riguarda la mancanza delle qualità di pubblico ufficiale, poiché le firme erano state autenticate prima della legittimazione alla raccolta.

Tra gli indagati spiccano i nomi di Marco Piazza, vicepresidente del consiglio comunale, e di Stefano Negroni, dipendente del Comune, ma ci sono anche Tania Fioroni e Giuseppina Maracino, due militanti del Movimento Cinque Stelle che hanno partecipato alla raccolta firme.

Il comunicato di Piazza

Ecco uno stralcio significativo del comunicato diffuso da Marco Piazza e contenuto sul blog di Grillo.

“Ho raccolto centinaia di firme a Bologna come sempre faccio con massima scrupolosità e grande attenzione alle regole che conosco ormai a memoria.

Non ho mai falsificato firme, né ho mai eseguito ricopiature di nessun genere.
Non avevamo nessun motivo di ricorrere a qualunque tipo di sotterfugi avendo raccolto molte più firme di quelle necessarie.

Abbiamo consegnato centinaia di firme in più del minimo richiesto e altre centinaia non le abbiamo nemmeno consegnate.

Se la procura confermerà la notizia di stampa della mia iscrizione e deciderà di chiamarmi sono ovviamente a totale disposizione per chiarire la vicenda. Se fossi stato a conoscenza di moduli irregolari non avrei avuto nessun problema a sostituirli con uno dei tantissimi altri che avevamo a disposizione (e tuttora conserviamo).”

Grillo: chi sbaglia va via

Beppe Grillo si è espresso in modo molto chiaro riguardo alla vicenda:

“Nel MoVimento chi sbaglia va via, senza sconti”.

E ancora:

“Anche qualcuno di noi a volte sbaglia, ma state sicuri che pagherà, come sempre è accaduto e come sempre accadrà. Di seguito riportiamo il comunicato del consigliere di Bologna Marco Piazza in seguito alle vicende di oggi.”

M5S, firme false: 4 indagati a Bologna. Grillo: “Chi sbaglia va via” ultima modifica: 2016-11-24T16:00:59+00:00 da Caterina Saracino