Home Primo Piano Marocco, il riscaldamento globale minaccia le oasi nel deserto
  Previous Video Guerriglia urbana a Firenze: scontri al corteo anti Renzi
  Next Video Tromba d'aria nel Lazio: 2 morti
0

Marocco, il riscaldamento globale minaccia le oasi nel deserto

0

In agenda alla COP22 la crisi delle isole verdi

Il deserto del Sahara avanza insorabilmente. Le oasi sono secche, i tronchi di palma giacciono a terra, i ruscelli sono ridotti a solchi privi d’acqua. E’ un quadro di desolazione quello a cui si assiste nella periferia di Er-Rissani, nel sud-est del Marocco. Qua le oasi, che costituiscono storicamente il cuore dell’economia locale, sono minacciate sempre più dagli effetti del riscaldamento climatico.

“Questa regione ha conosciuto lunghi periodi di siccità, il più violento alla fine degli anni ’80. Questo ha provocato le migrazioni, lasciando la regione senza manodopera: il settore agricolo è diventato un’attività poco produttiva”, spiega un abitante di Rissani.

Per secoli le oasi hanno fatto da scudo al fenomeno della desertificazione. Ma oggi, queste isole verdi, soffrono sempre più la siccità. Il governo di Rabat nel 2008 ha varato il piano “Marocco verde”, un programma per ricostituire i palmeti e l’agricoltura a essi legata. Dopo un crollo dai 15 milioni di esemplari ai 4,8 milioni in poco tempo, il numero di palme da datteri è risalito a 6,6 milioni. L’obiettivo è raggiungere quota 8 milioni entro il 2020.

“Occorre intervenire – ha spiegato Ali Oubarhou, dell’Agenzia nazionale per lo sviluppo delle oasi – lo Stato ha già fatto uno sforzo in tale direzione con il piano Marocco Verde che prevede la ricostituzione dei palmeti”.

Le oasi marocchine saranno in agenda alla COP22, la conferenza internazionale sul clima che si apre lunedì a Marrakech. In questa occasione il Marocco presenterà un piano di azioni per la salvaguardia degli ecosistemi del pianeta.

 

Fonte: askanews

Marocco, il riscaldamento globale minaccia le oasi nel deserto ultima modifica: 2016-11-06T09:00:42+00:00 da Davide Corrado