Home Primo Piano Papa su Trump: “Non giudico, penso a poveri”
Papa su Trump: “Non giudico, penso a poveri”
0

Papa su Trump: “Non giudico, penso a poveri”

0

chiudi


Intervistato da Repubblica, Papa Francesco è stato interrogato su Donald Trump e sulla sua visione per il futuro.

Papa Francesco è stato intervista da Eugenio Scalfari per Repubblica in merito all’elezione del nuovo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Il Pontefice non ha voluto esprimere giudizi politici, ma ha esternato la sua preoccupazione per le sofferenze che le scelte dei politici causano a coloro che sono esclusi e poveri.

In particolare, ha dichiarato il Papa, il suo pensiero è rivolto agli immigrati e ai profughi.

“Il denaro è contro i poveri oltreché contro gli immigrati e i rifugiati, ma ci sono anche i poveri dei Paesi ricchi i quali temono l’accoglienza dei loro simili provenienti da Paesi poveri. È un circolo perverso e deve essere interrotto”.

I muri vanno abbattuti

Donald Trump ha spesso parlato nella sua campagna elettorale di muri e di divisione (salvo poi parlare di unione una volta eletto).

Il Papa ha invece espresso un parere contrario, riguardo alle divisioni: è importante, ha dichiarato il Pontefice, abbattere i muri, poiché essi accrescono le diseguaglianze, favoriscono le ingiustizie e spesso soffocano i diritti delle persone.

Lavorare per garantire uguaglianza e parità di diritti è o dovrebbe essere una priorità, ha detto Papa Francesco; il denaro è ciò che spesso crea le differenze tra le persone e per questo motivo il benessere andrebbe “livellato” per garantire minori disparità.

Alla domanda di Scalfari se il Papa pensi che i poveri e il movimento dei popolari debbano entrare in politica, lui ha risposto in modo affermativo. Nessuno scontro con gli avversari, però: con l’amore, ha detto il Pontefice, si può convincere.

Papa su Trump: “Non giudico, penso a poveri” ultima modifica: 2016-11-11T11:35:52+00:00 da Caterina Saracino