Home Primo Piano Renzi: stop a impiegati stile Checco Zalone
Renzi: stop a impiegati stile Checco Zalone
0

Renzi: stop a impiegati stile Checco Zalone

0

chiudi


Parlando all’assemblea dell’Anci a Bari, Matteo Renzi ha dichiarato guerra agli uffici della pubblica amministrazione “checcozaloniani”.

Matteo Renzi ha annunciato l’avvio di nuovi concorsi pubblici per assegnare 10.000 posti. Si va anche verso la chiusura di Equitalia e verso un nuovo anticipo pensionistico.

L’impiegato pubblico alla Checco Zalone

Parlando di pubblica amministrazione, Renzi ha tirato in ballo il film “Quo vado?” diretto da Gennaro Nunziante e interpretato da Checco Zalone, campione assoluto di incassi. Protagonista del film era un impiegato con il posto fisso nell’ufficio provinciale caccia e pesca, che si girava i pollici tutto il giorno. Ebbene, prendendo spunto da questo, Renzi ha dichiarato di voler abolire questo modo di intendere il lavoro:

“In Pubblica Amministrazione la fiducia è fondamentale. Va rottamata la filosofia Checcozaloniana dell’impiegato pubblico e andare a sfidarli: loro per primi devono sentire l’onore di servire il tricolore. Devono avere questa consapevolezza”.

10.000 nuovi posti di lavoro

“Possiamo immaginare di avere tra infermieri, forze dell’ordine e spero medici, 10.000 unità per le quali immediatamente bandire i posti, anche per tornare a dare ai ragazzi la possibilità di mettersi in gioco”.

Il Premier ha anche ricordato il concorso, voluto da Franceschini, per l’inserimento di 500 persone nell’ambito culturale: a quel concorso si sono presentate ben 20.000 persone, un numero enorme che fa pensare a quanta necessità ci sia oggi di trovare un lavoro.

Addio ad Equitalia

Parlando di Equitalia, il premier ha dichiarato:

“Ci sarà un intervento importante per l’abolizione di Equitalia e la creazione di un modello diverso di agenzia. Ci saranno una serie di interventi di riorganizzazione di rapporto tra cittadino e pubblico ufficiale.”

Non più buste, spera Renzi: dal 7 novembre, come comunicato da Ruffini, saranno gli sms a notificare i ritardi nei pagamenti.

Le pensioni

Il nuovo anticipo pensionistico: chi compie 63 anni potrà andare in pensione 3 anni e 7 mesi prima, grazie a un prestito bancario che potrà essere restituito entro 20 anni. Il reddito ponte sarà a carico dello Stato e gli eredi non hanno nulla di cui preoccuparsi.

Foto tratta da video pubblicato su Facebook Renzi

Renzi: stop a impiegati stile Checco Zalone ultima modifica: 2016-10-14T10:20:17+00:00 da Caterina Saracino