Home Altre notizie Rimborsi fiscali a rischio
Rimborsi fiscali a rischio
0

Rimborsi fiscali a rischio

0

chiudi


Non vi siete ancora visti accreditare il rimborso fiscale Irpef che vi è dovuto dopo la dichiarazione dei redditi? Niente paura, questo potrebbe essere stato momentaneamente bloccato per poterlo verificare. Qui vi spieghiamo i motivi di questo blocco

I pagamenti dei rimborsi fiscali, per la dichiarazione dei redditi del 2015, avverranno come ogni anno in due momenti distinti. Perché per i lavoratori dipendenti, o comunque sia in busta paga, il rimborso avverrà nel mese di luglio, mentre per i pensionati sarà versato sull’assegno pensionistico nel mese di agosto.

DA COSA POTREBBE ESSERE DOVUTO IL RITARDO?

Ma queste scadenze potrebbero andare incontro a dei ritardi, dovuti sia alla proroga della scadenza per presentare la dichiarazione dei redditi sia ad un ritardo dell’Agenzia delle Entrate nell’emanazione del decreto che stabilisce in quali casi i rimborsi verranno bloccati. Questi fattori potrebbero provocare un ritardo nel rimborso dell’Irpef, ma il rimborso del 730 potrebbe anche essere a rischio di blocco, nel caso in cui fossero presenti due particolari condizioni. Queste sono sia degli elementi incoerenti, con il decreto dell’Agenzia delle Entrate, sia un rimborso superiore ai 4000 euro.

CHE CONTROLLI VENGONO EFFETTUATI SUI RIMBORSI?

Gli elementi di incoerenza possono essere legati ad alcune integrazioni fiscali compiute dal contribuente, le quali determinano un aumento del rimborso fiscale, nettamente maggiore di quello determinato con il modello precompliato per la dichiarazione dei redditi. In questa situazione, l’Agenzia delle Entrate sarà obbligata a dover bloccare momentaneamente il rimborso fiscale, in modo tale da poter effettuare i dovuti controlli per verificare la veridicità di quanto dichiarato dal contribuente.
certificato_unicasim

Rimborsi fiscali a rischio ultima modifica: 2016-10-29T16:08:38+00:00 da Guide News Mondo