Home Economia Rimborso fiscale per l’acquisto di mobili
Rimborso fiscale per l’acquisto di mobili
0

Rimborso fiscale per l’acquisto di mobili

0

chiudi


Dovete ristrutturare il vostro immobile e volete sapere come fare per accedere alla detrazione fiscale per l’acquisto di mobili? Qui ve lo spieghiamo

Se avete ristrutturato un immobile e lo dovete arredare, è possibile usufruire del rimborso fiscale, pari al 50%, per l’acquisto di mobili, a patto che l’acquisto sia stato effettuato nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016. Per poter accedere all’agevolazione fiscale è obbligatoriamente necessario che si sia ristrutturato l’immobile o, in alternativa, che si sia intervenuti per la ristrutturazione su parti comuni di edifici. Questi interventi però devono essere stati effettuati a partire dal 26 giugno 2012.

I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DEVONO ESSERE PRECEDENTI?

Per poter ottenere la detrazione è necessario, anche, che la data di inizio lavori di ristrutturazione sia precedente rispetto all’acquisto dei mobili, mentre per le spese non è fondamentale che la ristrutturazione sia pagata prima dei mobili. Oltre a questo, però è possibile ottenere il rimborso fiscale anche se i mobili acquistati servono per arredare un ambiente diverso da quello oggetto di ristrutturazione.

CON QUALI INTERVENTI SONO DETRAIBILI I MOBILI?

Gli interventi edilizi che fanno sì che sia possibile ottenere la detrazione fiscale sono: la manutenzione straordinaria, il restauro e il risanamento conservativo, la ristrutturazione edilizia su singoli immobili, mentre la manutenzione ordinaria non da alcun diritto al rimborso fiscale; il restauro, il risanamento conservativo e la ristrutturazione edilizia che riguardino interi fabbricati; per finire, la tutti i tipi di intervento su parti comuni di edifici residenziali. Il mobilio che rientra nella detrazione fiscale è tutto quello che concerne mobili nuovi, mentre non rientrano nel bonus le porte, i pavimenti, le tende e i tendaggi.

COME SI RICHIEDE LA DETRAZIONE FISCALE?

Per poter richiedere la detrazione fiscale per l’acquisto dei mobili è necessario indicare le spese nella dichiarazione dei redditi, sapendo che la detrazione del 50% si calcola sull’importo limite di 10000 euro. Il limite massimo di spesa detraibile è relativo però sia all’acquisto anche di grandi elettrodomestici  sia la singola unità immobiliare. La detrazione, oltre questo, sarà ripartita tra tutti gli aventi diritto in dieci quote annuali. Per poter accedere al rimborso fiscale è necessario effettuare i pagamenti tramite bonifico o tramite carta di debito o credito, successivamente al pagamento le ricevute andranno mantenute per poterle allegare alle fatture nel momento in cui verrà presentata la dichiarazione dei redditi.
certificato_unicasim

Rimborso fiscale per l’acquisto di mobili ultima modifica: 2016-11-05T19:08:04+00:00 da Guide News Mondo