Home Economia Settore Auto: quanto la reputazione tocca la gola degli investitori?
Settore Auto: quanto la reputazione tocca la gola degli investitori?
0

Settore Auto: quanto la reputazione tocca la gola degli investitori?

0

chiudi


Appena un anno fa le Autorità USA mettevano Volkswagen contro il muro. Volkswagen arriva ad ammettere che le auto Diesel in circolazione avevano delle emissioni “x” 40 volte superiori a quelle standard e ben oltre quelle dichiarate. Tutto ciò mentre era ancora attiva la campagna pubblicitaria del “Clean Diesel Volkswagen”. Crolla il prezzo del titolo, si dichiara che solo il 10% delle auto con il software “truccato” è stato sostituito e sono 8,2 i miliardi di Euro chiesti come risarcimento agli investitori. Il colosso tedesco non sembra poi così tanto in pericolo.

Innanzi tutto da un’indagine della NGO Transport & Environment le auto Diesel Volkswagen risulterebbero tra i meno inquinanti in Europa. Sempre secondo l’agenzia, le pratiche di “correzione” delle emissioni sarebbero comuni tra le case automobilistiche. Inoltre Volkswagen si mostra vincente al Salone dell’ Auto di Parigi. Vincente si, ma con l’ auto elettrica. Anche se Diess (membro del Board of Management) continua a sostenere pubblicamente che l’era del Diesel non è ancora finita.

Anche FCA non se la passa meglio in termini di reputazione. Si è vista costretta a richiamare quasi 2 milioni di auto per problemi agli airbag. Il malfunzionamento dei dispositivi prodotti dalla giapponese Takata avrebbero causato gravi incidenti, 15 dei quali mortali. La società è sotto inchiesta e rischia la bancarotta. In questo caso, vi sarebbe l’ulteriore rischio per FCA di non poter rifarsi su Takata.

Sicurezza è uno dei capisaldi nel settore dell’ auto e tema ricorrente del Salone di Parigi che si contrappone a quello delle Self Car sul quale milioni di investimenti stanno trovando sfogo ma le cui soddisfazioni sembrano ancora lontane, soprattutto per FCA. Una nota positiva per il gruppo italo-americano è l’imminente uscita dell’ Alfa Giulia che verrà sicuramente messa sul piedistallo in questi giorni. Certo FCA può sempre contare sul gioiellino di casa, la Ferrari. Ma basterà di questi tempi? In fondo l’ultimogenita Giulia si sta facendo attendere da un po’. Quanto i bramanti investitori cinesi saranno disposto ancora ad aspettare?

                                                                                                                          M.M. | UNICASIM

certificato_unicasim

Settore Auto: quanto la reputazione tocca la gola degli investitori? ultima modifica: 2016-10-04T10:00:54+00:00 da wpunica