Home Primo Piano In Siria uccidono i bambini nelle scuole
In Siria uccidono i bambini nelle scuole
0

In Siria uccidono i bambini nelle scuole

0

chiudi


Bombardamenti contro Istituti ad Hass e Aleppo. Save The Children accusa: “Crimini di guerra“. Gli attivisti puntano il dito su Mosca e Damasco.

Uccisi brutalmente insieme ai loro insegnanti. È salita a 30 la conta delle vittime siriane ad Hass, nella provincia siriana nord-occidentale di Idlib. Ventidue bimbi e sei docenti hanno perso la vita sotto i bombardamenti contro gli insorti. Lo riferisce l’Unicef secondo il quale se il bilancio dovesse essere confermato si tratta del più grave attacco su una scuola compiuto dall’inizio del conflitto in Siria. Hass, località a maggioranza sunnita, è tra i siti dell’Unesco riconosciuti come ‘patrimonio dell’umanità’.

Secondo Ondus, l’Osservatorio nazionale siriano per i diritti umani, il bilancio complessivo della sola giornata di mercoledì sarebbe addirittura salito a 35 morti, di cui 11 minorenni. Ad Aleppo sei bambini sono stati uccisi dai “terroristi”, 3 in classe e 3 mentre erano in casa, racconta invece l’agenzia Sana, che lavora sotto il controllo del governo di Damasco: sotto accusa gli oppositori armati, che avrebbero sparato razzi contro una scuola nel quartiere occidentale.

Alcuni aerei militari – siriani o russi – hanno eseguito sei raid sul villaggio di Hass contro una scuola e i suoi dintorni, uccidendo 26 civili, tra cui 11 bambini“, hanno comunicato gli attivisti. Mosca prende le distanze: “Non c’entriamo nulla – ha fatto sapere la portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharovae. Chiediamo alle istituzioni internazionali di iniziare subito un’inchiesta sull’omicidio dei 20 studenti“, prosegue il Cremlino. La tv di stato della Siria ribadisce: “Sono stati gli attivisti“.

Sono crimini di guerra” tuona invece Save The Children. “Non ci sono giustificazioni per gli attacchi a scuole o ad altre infrastrutture civili come gli ospedali che dovrebbero essere localizzati dalle parti in conflitto – ha commentato Nick Finney, direttore dell’associazione nel Nord-ovest della Siria –. Eppure tragedie di questo tipo continuano a verificarsi. Delle 60 scuole supportate da Save the Children ad Idlib e nella vicina Aleppo, solo nel 2016 sono state 44 quelle colpite da bombardamenti e molte sono state gravemente danneggiate – ha denunciato Finney -. La maggior parte di questi attacchi sono avvenuti negli ultimi mesi, con l’intensificarsi delle violenze in tutto il Nord-ovest della Siria. Quest’anno, almeno 20 tra studenti e insegnanti delle nostre scuole sono rimasti uccisi o feriti: un tributo terribile pagato da civili innocenti. Chiediamo che si ponga immediatamente fine agli attacchi contro le scuole e che vengano accertate le responsabilità di chiunque bombardi oppure occupi una scuola. Questi attacchi costituiscono un potenziale crimine di guerra e devono essere oggetto di un’indagine internazionale“.

IL FUTURO DEI BAMBINI SIRIANI: IL VIDEO DI SAVE THE CHILDREN.

In Siria uccidono i bambini nelle scuole ultima modifica: 2016-10-28T10:22:53+00:00 da Luca Rosia