Home Politica Usa 2016: al posto di questi due candidati sarebbe meglio un meteorite gigante
  Previous Video Nelle campagne di Palermo scoperto un corpo carbonizzato
  Next Video Matteo Renzi: nessun rinvio del referendum
0

Usa 2016: al posto di questi due candidati sarebbe meglio un meteorite gigante

0

Sempre più numerosi gli elettori americani scontenti della campagna

Insulti, veleni, frasi oscene, accuse al vetriolo e impopolarità record dei due candidati. Metteteci un inquilino della Casa Bianca che sembra dimenticare di essere il presidente di tutti gli statunitensi e di avere giurato, solennemente, di preservare, proteggere e difendere la Costituzione e non il candidato di un partito. Aggiungete una campagna elettorale incentrata su colpi bassi e che trascura i temi fondamentali che stanno veramente a cuore degli americani – crisi economica, terrorismo, venti sempre più drammatici di guerra fredda, emergenze ambientali, migrazioni epocali – e si capirà facilmente come molti statunitensi non ne possano più della campagna presidenziale Usa 2016 e attendano con impazienza la fine di quello che sempre più spesso ha preso i tratti e toni di un reality show di serie b.

Un sensazione riassunta con efficacia da un residente di Arlington, in Virginia, che riesce ancora a scherzare di fronte a uno striscione che invita un meteorite gigante a mettere definitivamente fine alla kermesse.

“Quando ho letto ‘meteorite gigante’ mi sono messo a ridere, amaramente. Le cose non vanno bene quando pensi che l’opzione migliore diventi un meteorite gigante in grado di risolvere i problemi del debito, quello studentesco come quello nazionale, o di trovare finalmente una soluzione, in maniera radicale, ai cambiamenti climatici. A ben pensarci tutto quello che può provocare un meteorite gigante appare un danno decisamente minore rispetto a quello che si appresta a fare ciascuno dei candidati”.

La scelta elettorale imposta all’opinione pubblica dall’alternativa tra Hillary Clinton e Donald Trump non appare molto appetibile. E non è un modo di dire.
“Scegliere tra i due e come guardare dentro una lettiera per animali per scegliere qualcosa da mangiare. Non puoi prendere quello che vorresti mangiare davvero. Ti accontenti solo di quello che sembra meno disgustoso. E questo è esattamente quello a cui oggi siamo ridotti”.

La buona notizia? L’8 novembre è alle porte. Per farla finita basta solo un poco di pazienza. Senza disturbarsi a scomodare l’intervento di asteroidi in vena di catastrofiche bizzarrie.

Fonte: askanews

Usa 2016: al posto di questi due candidati sarebbe meglio un meteorite gigante ultima modifica: 2016-11-03T15:03:24+00:00 da Davide Corrado