Home Primo Piano Usa 2016, bufera sulle parole sessiste di Trump
Usa 2016, bufera sulle parole sessiste di Trump
0

Usa 2016, bufera sulle parole sessiste di Trump

0

chiudi


Dopo la pubblicazione del video dei suoi commenti sessisti, McCain, Rice e molti altri Repubblicani hanno detto che non lo voteranno: lui dice che non si ritira

Donald Trump sta diventando tossico per il Partito repubblicano. Persino il suo vice, Mike Pence, è stato costretto a scaricarlo ieri, dopo lo scandalo degli insulti alle donne. Molti gli chiedono di farsi da parte, ma lui non molla: «Media ed establishment – dice via Twitter – mi vogliono fuori. Io non mi ritirerò mai. Non deluderò i miei sostenitori».

 

L’implosione del Gop è nata da un audio pubblicato venerdì sera dal Washington Post. La registrazione risale al 2005, quando il costruttore si trovava sopra un bus col conduttore televisivo Billy Bush, cugino dell’ex presidente, per andare alle riprese della soap opera “Days of Our Lives”. Mentre i due viaggiano, Donald si lascia andare alla confidenza di un rude approccio fatto a Nancy O’Dell, un’attrice sposata: «Voleva andare a comprare mobili. Ho cominciato a baciarla, ma ho fallito. Le sono andato addosso come una prostituta, ma non sono riuscito farmela. E lei era sposata». A quel punto Trump fa un commento a Bush su Arianne Zucker, l’attrice che li sta aspettando per registrare la puntata della soap: «La tua ragazza è calda, sexy con quel vestito viola. Devo mangiare qualche Tic Tac, nel caso cominciassi a baciarla. Io sono automaticamente attirato dalla bellezza. Comincio a baciarle. E’ come un magnete. Le bacio. Nemmeno aspetto. E quando sei una star, te lo lasciano fare. Puoi fare qualunque cosa. Prenderle per i genitali (qui Trump usa un termine volgare per l’organo femminile)». All’epoca Donald era sposato con la terza moglie Melania, che aspettava il loro figlio Barron.

Usa 2016, bufera sulle parole sessiste di Trump ultima modifica: 2016-10-09T11:26:38+00:00 da Nicola