Milan story, l'1 luglio 1973 i rossoneri trionfano in Coppa Italia

1 luglio 1973, finale di Coppa Italia: il Milan batte la Juventus ai calci di rigore

Dopo aver perso lo scudetto, l’1 luglio 1973 il Milan si “vendica” sulla Juventus. All’Olimpico, i rigori sorridono ai rossoneri, vincitori della Coppa Italia.

Nella stagione 1972/73 il Milan va ancora una volta all’assalto dello scudetto. I rossoneri forniscono prestazioni spettacolari e sembrano poter vincere la “Stella”. Dopo un lungo testa a testa con Lazio e Juventus, il Diavolo sono in testa alla classifica ma nella Fatal Verona avviene l’imprevedibile: Milan ko contro i gialloblu e bianconeri vincenti grazie a un gol nel finale di Cuccureddu.

Coppa Italia, appendice di stagione

La stagione non è però conclusa. Si deve disputare la coppa nazionale. La formula prevede dei gruppi eliminatori per qualificare sette squadre che si andranno a aggiungere al Milan, detentore della Coppa Italia, per dare vita ai due gironi che combineranno le finaliste. I rossoneri sono sorteggiati con Atalanta, Napoli e Cagliari: il Diavolo vince cinque partite su sei, subendo appena un gol, ottenendo il pass per la finalissima, in programma l’1 luglio 1973.

https://www.youtube.com/watch?v=yKyVOEke-RE

Milan-Juventus, le formazioni

MILAN: Vecchi, Anquilletti, Zignoli, Dolci, Schnellinger, Rosato, Sabadini, Benetti, Bigon, Biasiolo, Chiarugi.
JUVENTUS: Zoff, Spinosi, Marchetti, Cuccureddu, Longobucco, Salvadore, Causio, Haller, Anastasi, Capello, Bettega.

La lotteria dei rigori

L’1 luglio 1973, quindi, lo stadio Olimpico di Roma accende i riflettori per la contesa tra rossoneri e bianconeri. Un’ammonizione costa a Rivera la partecipazione alla gara. Dopo un quarto d’ora le cose si mettono male per il Milan, che va sotto per la rete di Bettega. La reazione degli uomini di Rocco non manca e si concretizza nel rigore che trasforma Benetti. Il match si trascina oltre i tempi regolamentare poiché l’equilibrio non si spezza. Si va così alla lotteria dei rigori. Apre Schnellinger, risponde Causio. Segna Benetti, poi Vecchi para il penalty di Anastasi! Anche Chiarugi è infallibile mentre Bettega si fa ipnotizzare dal portiere rossonero. La trasformazione di Biasiolo è decisiva per la vittoria della Coppa Italia. Per la cronaca, il risultato finale sarà di 6 a 3 per il Milan.

ultimo aggiornamento: 01-07-2019

X