Dal 10 marzo si possono consumare cibi e bevande negli stati e nei cinema.

Da oggi via libera a popcorn, patatine, coca cola e birre negli stadi e nei cinema. Dal 1 aprile la capienza degli stadi dovrebbe tornare al 100% quando scadrà lo stato di emergenza. Si sta andando verso un ritorno alla normalità con la road map scelta dal governo per procedere in modo graduale ad una completa libertà. Si inizia da oggi. Nei cinema e negli stadi non sarà più vietato il consumo di bevande e cibi.

La graduale liberazione da tutte le restrizioni inizia anche con il decadimento dell’obbligo di super green pass per ristoranti e bar all’aperto. Così come anche tutte le manifestazioni all’aperto sarà consentito a tutti di entrare senza green pass. Si potranno “consumare cibi e bevande anche in sale teatrali, da concerto, al cinema, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo, in altri locali assimilati e in tutti i luoghi in cui svolgono eventi e competizioni sportive».

Nuovo San Siro

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Via libera a patatine e popcorn

Il sottosegretario alla Salute Coste ha detto che si tratta di “Una risposta molto importante per alcuni dei settori tra i più colpiti in questi due anni di pandemia. Un nuovo segnale di ripartenza”.  «Sono rimasti quelle vecchie regole che, seppur tornati alla capienza auspicata e ad una decrescita della curva, frenano gli spettatori dall’andare a vedere un film. Mi riferisco, in particolare, al consumo vietato all’interno delle sale per motivi pandemici e di prevenzione di caramelle, pop corn, snack, bevande e via dicendo. Considerate che sono l’introito principale per le strutture perché solo dal biglietto del film si ricava poco». Aveva dichiarato così Guido Pucci del Sindacato lavoratori comunicazione.

Resta l’obbligo di mascherina al chiuso, quindi anche nei cinema e nei teatri e del green pass ma via libera alla consumazione di cibi e bevande.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 10-03-2022


Lo sciopero degli autotrasportatori fa prendere d’assalto i supermercati

Dove si nasconde Putin?