15 indagati per corruzione e turbativa d'asta a Reggio Emilia

15 indagati per corruzione e turbativa d’asta a Reggio Emilia

La Guardia di Finanza ha perquisito gli uffici del Comune di Reggio Emilia, in 15 sono stati indagati per corruzione e turbativa d’asta.

REGGIO EMILIA – 15 indagati nel comune di Reggio Emilia per corruzione, abuso d’ufficio e molti altri reati. Tutto è stato scoperto dalla Guardia di Finanza che, coordinata dalla procura di Reggio emilia, ha perquisito diversi uffici del comune.

Non solo, le perquisizioni sono estese, oltre che nel comune, anche in diverse sedi di società nella provincia di Reggio. Tutte società private e partecipanti ad appalti pubblici. Attraverso queste perquisizioni, ha dichiarato la Guardia di finanza, sono stati trovati indizi di irregolarità nella procedure di affidamento degli appalti.

Le indagini della Guardia di Finanza a Reggio Emilia

Secondo le indagini e gli indizi trovati dalla Guardia di Finanza, oltre alle irregolarità negli appalti, sembrano esserci diverse irregolarità, tutte specificate nel loro comunicato.

Guardia di Finanza
fonte foto https://twitter.com/ScicliNotizie

Secondo la Fiamme Gialle, i problemi e le irregolarità sono stati riscontrati “nella nomina del direttore dell’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona, nell’affidamento dei servizi legali ed assicurativi del Comune, nella gestione dell’asilo nido Maramotti, nella sicurezza stradale e rimozione dei veicoli, nella gestione di riscaldamento e manutenzione degli impianti degli edifici comunali, nella gestione delle aree di sosta comunali e nel trasporto scolastico”

Corruzione, praticamente, in quasi ogni ambito dell’operato del comune. E l’indagine della Guardia di Finanza non va oltre il 2016/2017, ossia gli ultimi tre anni della giunta Vecchi.

Gli indagati dopo l’operazione della Guardia di Finanza

Sono in totale 15 gli indagati, per reati di svariato tipo: corruzione, abuso d’ufficio, falso ideologico di pubblico ufficiale, rivelazione di segreti d’ufficio e turbativa d’asta.

Ancora non sono stati rivelati i nomi dei 15 indagati. Ma non è la prima indagine che va a colpire il Comune di Reggio Emilia.

Nel febbraio 2019, infatti, già 18 dirigenti dell’amministrazione comunale avevano ricevuto degli avvisi di garanzia. Tra questi 18 c’era anche la moglie del sindaco di Reggio Emilia, indagata per violazione nell’assegnazione degli incarichi esterni.

Il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, ha vinto di nuovo le comunali nel 2019, ma il suo nuovo corso non inizia nel migliore dei modi.

Fonte dell’immagine di copertina: https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

ultimo aggiornamento: 13-06-2019

X