Sessantacinque anni fa nasceva il tempio dello sport italiano

Il 17 maggio 1953, con un’avvincente sfida tra Italia e Ungheria, si tenne a Roma l’inaugurazione dello stadio Olimpico.

Ricorre quest’oggi il sessantacinquesimo anniversario dall’inaugurazione dello stadio Olimpico di Roma, uno dei templi dello sport nel nostro Paese. Il 17 maggio del 1953, alla presenza di circa 90mila spettatori, il presidente Luigi Einaudi avviò la cerimonia d’onore, seguita dalla partita tra la Nazionale italiana di calcio e quella che al momento era la squadra più forte del mondo: l’Ungheria di Puskas. A prevalere furono i magiari per 3-0.

L’evento fu poi concluso dall’arrivo nello stadio della tappa Napoli-Roma del Giro d’Italia, al fine di rendere centrale la sua connotazione non solo calcistica, ma sportiva tout court.

Nel video un filmato dell’Istituto Luce che riassume la festa di quel giorno di fondamentale importanza per lo sport italiano:

L’inaugurazione dello stadio Olimpico di Roma: cenni di storia

L’impianto sportivo nacque in realtà diversi anni prima. Nella sua prima forma fu uno degli impianti facenti parte del progetto Città dello Sport chiamato Foro Mussolini, in piena epoca fascista. Progettato dall’architetto Enrico Del Debbio, venne inaugurato nel 1932, con il nome di stadio dei Cipressi.

Nel ’50 si aprirono i lavori per l’ampliamento dello stadio, il cui nome venne cambiato in stadio dei Centomila, in quanto l’obiettivo era raggiungere tale capienza in vista delle Olimpiadi del ’60. Fu inaugurato così nel 17 maggio del 1953. Solo sette anni dopo, in occasione appunto dei Giochi Olimpici, il suo nome sarà modificato in stadio Olimpico.

Dalle Olimpiadi ai nostri giorni

In verità i Centomila posti non vennero mantenuti durante la kermesse olimpica, in quanto l’eliminazione dei posti in piedi portò a una capienza effettiva di 65mila persone.

Fu solo in vista dei Mondiali del 1990 che l’Olimpico subì un profondo restyling. Venne di fatto demolito e ricostruito quasi interamente in cemento armato, le curve vennero avvicinate al campo e tutti i settori vennero coperti dalla tensostruttura che ancora oggi caratterizza l’impianto ancora oggi. Un nuovo restyling fu poi avviato nel 2007 in vista della finale di Champions League del 27 maggio 2009.

Oggi l’Olimpico ospita le gare casalinghe di Lazio e Roma (anche se entrambi i club stanno valutando l’ipotesi di costruire stadi di proprietà), la finale di Coppa Italia, il Golden Gala, molte gare della Nazionale italiana di Rugby e numerosi eventi tra concerti e beneficenza. Sarà inoltre uno degli impianti che ospiteranno le gare dell’Europeo del 2020 di calcio, tra cui quella inaugurale e un quarto di finale.

Uno dei problemi lamentati negli ultimi anni dai fruitori dell’impianto è la difficoltà di arrivarvi, per la sua posizione centrale ma dislocata rispetto alle stazioni della metropolitana. Come arrivare allo stadio Olimpico è una domanda che spesso i romani (e non solo) si sono fatti. In realtà di possibilità ve ne sono diverse. Raggiungere il Foro Italico (eccetto problemi di traffico) non è più così complesso.

I settori dello stadio Olimpico di Roma

Nella sua versione attuale, lo stadio Olimpico può ospitare un totale di 70.634 persone. L’impianto è suddiviso in nove settori. Il più capiente è la Tribuna Tevere, capace di ospitare oltre 16mila persone. Poco oltre i 14mila invece l’opposta Tribuna Monte Mario, che include nella sua area anche i palchi, le Tribune d’Onore e quelle Autorità.

Superano la capienza di 5500 persone i quattro settori denominati Distinti, suddivisi in Nord Est, Nord Ovest, Sud Est e Sud Ovest. Le due Curve, la Nord (riservata durante le gare di calcio al pubblico organizzato di fede laziale) e la Sud (casa invece del pubblico di fede romanista) possono contenere rispettivamente 7500 persone. L’ultimo settore, il meno capiente, è la Tribuna Stampa, con le sue 553 postazioni.

Lazio-Milan, Stadio Olimpico Lazio- Milan Oddo Aldo Serena
Stadio Olimpico di Roma

Fonte immagine di copertina:it.wikipedia.org/wiki/Stadio_Olimpico_(Roma)

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-05-2018

Mauro Abbate

X