Milan story, 18 giugno 1989: i campioni d’Europa schiantano 5 a 1 il malcapitato Ascoli

Il 18 giugno 1989, a San Siro, il Milan ospita l’Ascoli nella penultima di campionato. Van Basten e soci si scatenano contro i marchigiani.

Nel 1988 il Milan torna a vincere lo scudetto dopo 9 anni. E così, per stagione successiva gli uomini di Sacchi partecipazione alla Coppa dei Campioni. In estate i rossoneri piazzano il terzo acquisto straniero, attingendo sempre dall’Olanda, fresca campione d’Europa: a Van Basten e Gullit si aggiunge Rijkaard.

Il campionato

La Serie A inizia il 9 ottobre, per aver lasciato spazio ai Giochi Olimpici di Seul. Il Diavolo parte alla grande, rifilando un poker alla Fiorentina. Segue il tris a Pescara. Nel frattempo, inizia anche il cammino in Coppa dei Campioni: i bulgari del Vitocha Sofia sono spazzati via da un grande Van Basten.

Fuori dalla lotta al titolo

Se i pronostici puntano ancora alla contesa tra Milan e Napoli, fin dalle prime giornate è l’Inter di Trapattoni a issarsi in testa alla classifica. I rossoneri, complice anche il duro confronto contro la Stella Rossa, inizia a perdere terreno in campionato. Il ko nel derby a dicembre taglia praticamente fuori dalla lotta al titolo gli uomini di Sacchi.

Milan, 24 maggio 1989
fonte foto: acmilan.com

Il trionfo di Barcellona

Così, il Milan riserva tutte le sue energie nella campagna europea. In primavera, dopo aver eliminato il Werder Brema, Baresi e compagni giungono alle semifinali. Il Real Madrid viene eliminato nel match di ritorno con uno storico 5 a 0. La finale al “Camp nou” contro la Steaua è un vero e proprio trionfo dei rossoneri (4-0).

18 giugno 1989, Milan-Ascoli

Dopo la vittoria in Coppa dei Campioni, il Milan non ha finito di entusiasmare i propri beniamini. Il campionato ha ancora le ultime giornate da disputare mentre il 13 giugno i rossoneri vincono anche la prima Supercoppa Italiana.
Il 18 giugno 1989, a San Siro, si gioca Milan-Ascoli. Queste le formazioni ufficiali:
MILAN: Pinato, Tassotti, Mussi, Colombo, Costacurta, Baresi, Lantignotti, Rijkaard, Van Basten, Evani, Mannari.
ASCOLI: Pazzagli, Destro, Rodia, Dell’Oglio, Fontolan, Arslanovic, Carillo, Aloisi, Giordano, Giovannelli, Casagrande.

https://www.youtube.com/watch?v=Kl0RWJGs-pY

Van Basten show!

Contro i malcapitati marchigiani, gli uomini di Sacchi tengono un’altra lectio magistralis. Apre le danze Evani con un gran sinistro al volo. Poi si scatena Van Basten: il pallone d’oro colpisce due volte di testa nel giro di pochi minuti. Nella ripresa l’olandese cala il tris con un sinistro imprendibile. Casagrande accorcia su punizione prima dell’autogol finale di Benetti.

ultimo aggiornamento: 18-06-2019

X