Milan story, l’ultima di campionato 1950/51: il 17 giugno i campioni rossoneri cedono a Roma

Il 17 giugno 1951 il Milan chiude il campionato a Roma, dopo la vittoria matematica dello scudetto. Segna Nordhal ma vincono i giallorossi.

Se nei primi anni della sua storia il Milan era stato capace di vincere tre scudetti, nel periodo successivo che va dal pre-Grande Guerra al Secondo Dopoguerra il Diavolo non ha più regalato trionfi ai propri sostenitori.

Milan, caccia allo scudetto

Nel secondo dopoguerra, la presidenza Trabattoni costruisce un passo alla volta una formazione competitiva, forte del Gre-No-Li svedese, di Buffon, Tognon e Annovazzi. Se nella stagione 1949/50 i rossoneri si sono dovuti accontentare del 2° posto, nel campionato 1950/51 il Diavolo si presenta ai nastri di partenza con la chiara intenzione di vincere il titolo nazionale. In difesa arriva Silvestri, in attacco si aggiunge Renosto.

Milan, 1950/51
https://it.wikipedia.org/wiki/Associazione_Calcio_Milan_1950-1951#/media/File:Milan-1950.jpg

Testa a testa con l’Inter

Il Milan parte subito a razzo con sei vittorie consecutive, alcune delle quali clamorose nel punteggio: 9-2 al Novara, 6-2 all’Udinese, 5 a 3 a Napoli. Come l’anno prima, la squadra dell’ungherese Czeizler viene trascinata dal bomber Nordhal. Il titolo d’inverno viene però vinto dall’Inter. Il cammino dei rossoneri è irresistibile anche nel girone di ritorno, con altri risultati spettacolari, come il 9-0 al Palermo! I nerazzurri commettono qualche passo falso e i rivali cittadini ne approfittano, portando il vantaggio fino a cinque lunghezze.

Lo scatto decisivo

Nelle ultime giornate, il Milan rallenta la propria marcia. Il 10 giugno, alla penultima giornata, i rossoneri ospitano la Lazio. I biancocelesti vincono e San Siro trema: poi, appreso della sconfitta dell’Inter a Torino, il pubblico di casa può esultare per la vittoria dello scudetto.

17 giugno 1951, Roma-Milan

Così, il 17 giugno 1951 il Milan va a Roma per l’ultima di campionato. Queste le formazioni in campo:
ROMA: Risorti, Eliani, Cardarelli, Andersson, Nordahl, Venturi, Sundqvist, Spartano, Zecca, Merlin, Tre Re.
MILAN: Rossetti, Belloni, Silvestri, De Grandi, Tognon, Bonomi, Burini, Gren, Nordahl, Liedholm, Renosto.

Nordhal-gol ma non basta

Il match tra Roma e Milan si decide nella ripresa: Tognon segna nella propria porta, poi il capocannoniere Nordhal pareggia. Nel finale, Tre Re batte Rossetti e fissa il punteggio sul 2 a 1.

ultimo aggiornamento: 17-06-2019

X