1962, Juventus-Milan: 2-4 rossonero sulla via dello scudetto

L’11 marzo 1962, a Torino, si gioca Juventus-Milan. La vittoria dei rossoneri è un mattone importante per lo scudetto. Il capocannoniere Altafini segna una doppietta.

Il Milan della stagione 1961/62 affida la guida tecnica a Nereo Rocco, allenatore proveniente dal Padova. Il mercato rossonero punta molto sulla mezzala inglese Greaves, il cui talento non va d’accordo con la disciplina: dopo alcune partite, così, il britannico fa ritorno Oltremanica e il Milan copre la casella degli stranieri con l’italo-brasiliano Sani. Con l’arrivo dell’ex Boca Juniors in regia la squadra rossonera inizia a girare al massimo: Altafini segna con continuità, il giovane Rivera assicura la fantasia e Barison è un martello sulla fascia sinistra.

Dino Sani
Dino Sani

Girone di ritorno inarrestabile

Gli uomini di Rocco danno il meglio dopo il giro di boa: l’attacco non ha rivali e la difesa, imperniata su Cesare Maldini e Salvadore, offre un buon rendimento. Il Milan perde solo il derby e poi lascia un punto a Lecco. Per il resto, tutte vittorie.

Juventus-Milan 2-4

E così, l’11 marzo 1962, a poche giornate dal termine, si gioca Juventus-Milan. I rossoneri ci mettono poco a passare in vantaggio, appena una decina di minuti: Rivera libera splendidamente Barison che scaglia un tiro imparabile per Gaspari. La Juventus comunque non molla e prova a riprendere il risultato: il pareggio è di Charles al 40′, al termine di una azione in mischia nell’area rossonera. A inizio ripresa il Milan si riporta in vantaggio con Dino Sani, il quale batte il portiere bianconero con un colpo di testa. I rossoneri dilagano grazie alla vena realizzativa di Altafini: prima di testa al termine di una bella azione manovrata da Rivera, poi imbeccato sempre dal “Golden Boy”. Nel finale, la Juventus accorcia solamente le distanze su calcio di rigore con Bruno Mora, futura ala destra del Milan.

fonte foto: magliarossonera.it

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 29-03-2018

Fabio Acri

X