Milan-Bologna story, i futuri campioni vincono con i gol di Nielsen e Pascutti

L’1 marzo 1964 si gioca Milan-Bologna, scontro al vertice. I rossoneri sono sconfitti e perdono le chance di scudetto. Esonerato Carniglia.

Nel 1963 il Milan di Rizzoli raggiunge l’apice con la vittoria della Coppa dei Campioni. Esaurito un ciclo decennale, il presidente cede la proprietà a Felice Riva mentre al posto di Rocco (accasatosi al Torino) arriva Carniglia. Sul mercato, i rossoneri acquistato Amarildo, campione del mondo con il Brasile.

Appuntamento “mondiale”

Nella prima parte della stagione, il Milan si concentra sulla finale di Coppa Intercontinentale contro il Santos di Pelè. Dopo la vittoria di San Siro, nel ritorno la direzione arbitrale dell’argentino Brozzi costa ai rossoneri il trofeo. La trasferta sudamericana lascia pesanti strascichi, in particolare per le accuse di Viani a Altafini, definito “coniglio” da direttore tecnico del Diavolo.

Tutto sul campionato

Al rientro in Italia, il Milan si concentra sul campionato. Per alcune giornate i rossoneri vanno in testa alla classifica ma poi devono fare i conti con la prepotente risalita del Bologna di Fulvio Bernardini.


https://www.youtube.com/watch?v=qm9tyRNTGb8

1 marzo 1964, Milan-Bologna

L’1 marzo 1964, alla 23/a giornata, si gioca Milan-Bologna. E’ il big-match che può valere molto in chiave scudetto: i felsinei sono avanti di un punto rispetto ai rossoneri, l’Inter è indietro di un punto rispetto ai cugini.
Queste le formazioni in campo:
MILAN: Ghezzi, Pelagalli, Trebbi, Trapattoni, David, Bacchetta, Mora, Rivera, Altafini, Lodetti, Amarildo.
BOLOGNA: Negri, Furlanis, Pavinato, Tumburus, Janich, Fogli, Perani, Bulgarelli, Nielsen, Haller, Pascutti.

Rossoblu corsari

Il Milan è reduce dall’eliminazione in Coppa dei Campioni e da appena due punti conquistati nelle ultime tre gare di campionato. L’avvio di gara è favorevole ai padroni di casa che passano in vantaggio con Amarildo. L’1 a 0 dura tuttavia poco perché Nielsen pareggia i conti dopo appena tre giri d’orologio. E, prima dell’intervallo, Pascutti batte ancora Ghezzi, gelando San Siro. Nella ripresa il Milan non riesce a recuperare. Carniglia viene esonerato in favore di Liedholm ma ormai i sogni scudetto sono svaniti…

ultimo aggiornamento: 02-05-2019

X