4/2/68, Milan-Napoli: Rivera e Prati trascinano i rossoneri

1968, Milan-Napoli 2-1: Prati al 90′ decide il match-scudetto

Nella stagione 1967/68 i rossoneri dominano il campionato. Il 4 febbraio c’è Milan-Napoli: Rivera e Prati stendono i partenopei secondi in classifica.

Dopo stagioni senza successi, nonostante una formazione più che competitiva, torna in panchina Nereo Rocco, artefice della vittoria della prima Coppa dei Campioni dei rossoneri. Nella stagione 1967/68, quindi, il Milan inizia il campionato con la convinzione di lottare per il titolo nazionale.

Giocatori esperti per il Parón

Rocco chiede e ottiene gli acquisti del portiere Cudicini, del libero Malatrasi e dell’ala offensiva Hamrin. Tutti e tre hanno superato la trentina ma il tecnico triestino punta molto sull’esperienza dei nuovi elementi che si vanno a aggiungere a una formazione che ruota intorno alla classe di Rivera e alla solidità dei vari Rosato, Trapattoni, Schnellinger e Lodetti. In attacco gioca Sormani anche se manca una prima punta di ruolo: dopo le prime giornate, entra in pianta stabile Pierino Prati, il quale vincerà la classifica dei cannonieri.

Felice Colombo e Gianni Rivera
Felice Colombo e Gianni Rivera

Milan-Napoli si decide al 90′!

I rossoneri prendono la testa della classifica dopo un avvio deciso della Roma. Il Diavolo vince il titolo di campione d’inverno con un ruolino di marcia importante. Poi, nel girone di ritorno, il Milan pigia sull’acceleratore, aumentando il distacco. Domenica 4 febbraio 1968 San Siro ospita Milan-Napoli: la prima contro la seconda in classifica. I partenopei di Pesaola sono un undici molto forte da Zoff a Altafini, passando per Canè, Juliano e l’altro ex Barison. L’avvio è tutto dei padroni di casa che trovano la rete con Rivera, il quale addomestica splendidamente in corsa con il destro e poi di sinistro batte l’estremo portiere ospite. Nella ripresa il Napoli spinge alla ricerca del pari che trova al 72′: Canè crossa in mezzo all’area dove l’ex Barison fa valere la sua forza nel gioco aereo e non lascia scampo a Cudicini. Quando sembra finita, Prati segna con un colpo rocambolesco! E lo scudetto è sempre più vicino…

ultimo aggiornamento: 12-04-2018

X