1970, Milan-Cagliari 0-0: pareggio a reti bianche tra i rossoneri e i campioni

Il 19 aprile 1970 si gioca Milan-Cagliari, penultima di campionato. Una settimana prima i sardi si sono laureati campioni d’Italia.

Nella stagione 1969/70 il Milan si presenta ai nastri di partenza con il nuovo acquisto Combin e con l’obbiettivo di conquistare la Coppa Intercontinentale, dopo il “furto” del 1963 contro il Santos. Già a ottobre, quindi, i rossoneri sfidano l’Estudiantes: a San Siro netta supremazia degli uomini di Rocco (3-0), a Buenos Aires botte e violenze impunite da parte degli argentini ma la Coppa Intercontinentale arriva a Milano.

Rendimento non all’altezza

Dopo aver vinto in serie Coppa Italia, scudetto, Coppa delle Coppe, Coppa dei Campioni e Intercontinentale, i rossoneri non si ripetono. Come fosse concluso uno straordinario ciclo. In Coppa dei Campioni vengono eliminati a novembre dai futuri campioni del Feyenoord. In campionato i risultati altalenanti relegano il Milan a una posizione non da vertice, lontano dal Cagliari capolista.

19 aprile, Milan-Cagliari

E così, il 19 aprile 1970 si gioca Milan-Cagliari. Il match di San Siro ospita i freschi campioni d’Italia guidati da Scopigno. Queste le formazioni in campo:
MILAN: Vecchi, Rosato, Schnellinger, Lodetti, Maldera, Trapattoni, Golin, Sormani, Combin, Rivera, Prati.
CAGLIARI: Albertosi, Martiradonna, Zignoli, Cera, Niccolai, Nenè, Domenghini, Brugnera, Gori, Greatti, Riva.

Pareggio a reti bianche

Poco prima dell’inizio di Milan-Cagliari, Rivera ha ricevuto il Pallone d’oro, premio quale miglior giocatore europeo 1969, complimentato dal compagno di Nazionale Riva. Meneghini e sardi hanno provato a superarsi a vicenda ma Vecchi e Albertosi hanno alzato uno scudo insormontabile che è valso un divertente 0 a 0.

ultimo aggiornamento: 05-02-2019

X