Il 9 maggio 1999 si gioca Juventus-Milan. I rossoneri inseguono la Lazio per lo scudetto e passano grazie a due reti di Weah.

JUVENTUS-MILAN, IL PRECEDENTE DEL 1999

Nel campionato 1998/99 i rossoneri archiviano il disastroso biennio Tabarez-Sacchi-Capello e ripartono da Zaccheroni, tecnico emergente che ha portato l’Udinese in Champions League: con lui, dal Friuli, arrivano a Milanello anche Bierhoff e Helveg. Il Milan deve cancellare due pessime stagioni che hanno lasciato il club di via Turati fuori dalle coppe europee.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

A fari spenti in zona Champions…

Dopo il biennio dominato dalla Juventus, il campionato post-Mondiale segna il passo, aprendo alla successione bianconera: si candidano le outsider Fiorentina e Lazio mentre il Milan galleggia nelle posizioni di vertice senza però mai prendere la testa della classifica. Il rendimento dei rossoneri lievita col passare delle settimane, in particolare con l’inserimento di Boban nell’ingranaggio, tanto che Zaccheroni dovrà operare una variante al dogmatico 3-4-3.

…Si accende il sogno scudetto

A marzo, una serie di due pareggi consecutivi fa scivolare il Milan a -7 dalla Lazio, ormai avviata a vincere lo scudetto. Il 3 aprile, i biancocelesti di Eriksson hanno la possibilità di chiudere definitivamente i conti nello scontro diretto ma i rossoneri escono dall’Olimpico con lo 0-0. Una settimana più tardi, i rossoneri tornano a vincere rimontando il Parma a San Siro; nel posticipo, la Roma vince il derby e il Diavolo si avvicina a -4. Nella giornata successiva i biancocelesti segnano nuovamente il passo contro la Juventus e il Milan arriva a -1!

https://www.youtube.com/watch?v=96LPoJRkZfg

9 maggio, Juventus-Milan

Alla 32/a giornata, tre al termine, c’è Juventus-Milan. Ecco le formazioni in campo al “Delle Alpi”:
JUVENTUS: Peruzzi, Pessotto, Ferrara, Montero, Di Livio, Conte, Deschamps, Tacchinardi, Henry, Inzaghi, Amoruso.
MILAN: Abbiati, Sala, Costacurta, Maldini, Helveg, Ambrosini, Albertini, Guglielminpietro, Leonardo, Bierhoff, Weah.

La doppietta di Weah

Dopo un tiro a lato di Bierhoff, sono i bianconeri a dettare i ritmi di gioco. Henry e Inzaghi si rendono pericolosi ma non senza trovare il guizzo vincente. Nel finale di tempo, rossoneri in avanti.
A inizio ripresa, dopo pochissimi secondi, si rompe l’equilibrio: sponda aerea del tedesco e Weah batte Peruzzi in acrobazia! Trovato il vantaggio, per il Milan si aprono spazi interessanti in contropiede ma Bierhoff ha le polveri bagnate. E’ il giorno di King George: Boban, entrato per Leonardo, offre al liberiano un delizioso assist per il raddoppio! Gli attaccanti rossoneri si divorano il tris mentre Abbiati abbassa la saracinesca, mantenendo il Diavolo in scia alla Lazio.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 05-11-2019


Krunic, esordio da titolare positivo. Il bosniaco non parte a gennaio e vuole più spazio

Caso Balotelli, la versione della Procura