Il 2 dicembre 1990 si svolgono le elezioni parlamentari in Germania, le prime dalla riunificazione. La Cdu di Kohl si riconferma con il 43,8%.

Trent’anni fa la Germania unita andava per la prima volta alle urne per eleggere il Parlamento.

Germania, 2 dicembre 1990

Circa due mesi prima era avvenuta la riunificazione tedesca tra la Repubblica Federale e la DDR. Quella democratica, comunista dell’Est, viene sciolta e fatta confluire in quella occidentale. In pochi mesi, dopo la caduta del Muro di Berlino, cambiava la geopolitica mondiale, con la fine della Guerra Fredda.

Le elezioni del Bundestag

Così, il 2 dicembre 1990 i cittadini tedeschi vengono chiamati alle urne per eleggere il Bundestag. Si trattò dunque delle prime elezioni dopo la riunificazione tedesca. In palio 662 seggi. La partecipazione al voto fu del 77,8% degli aventi diritto.
I partiti politici che parteciparono alla competizione elettorale erano gli stessi della Germania Ovest; eccezion fatta per il Partito del Socialismo Democratico, nato nel 1990, in cui confluirono alcuni membri del SED, il partito egemone della DDR.

La conferma di Kohl

Le elezioni videro la sfida tra il candidato della SPD, Oskar Lafontaine, e il candidato della CDU\CSU, il cancelliere uscente Helmut Kohl. Sull’onda della gioia per la riunificazione, la coalizione CDU\CSU-FDP si mantenne alla guida del paese incrementando i voti.

https://www.youtube.com/watch?v=x1dEo11fAXI&ab_channel=GermaniaBayern

Nuove ordinanze in vigore: ecco che cosa si può fare in base al colore della zona

TAG:
2 dicembre 1990 elezioni germania Helmut Kohl

ultimo aggiornamento: 02-12-2020


Emergenza Covid in Italia, restrizioni fino al 15 gennaio

Mes, Di Maio: “Riforma peggiorativa, non si usa. Non ci sono i numeri in Parlamento”