Chievo-Milan story, la prima volta finisce 1-1

Il 7 aprile 2002, al “Bentegodi”, si gioca Chievo-Milan. Il match si conclude in parità e sarà decisivo per la qualificazione alla Champions.

Nella stagione 2001/02 il Milan, concluso il ciclo Zaccheroni attraverso il traghettamento C.Maldini-Tassotti, si affida a Fatih Terim. Al tecnico turco viene consegnata una squadra ambiziosa, con gli acquisti di Inzaghi e Rui Costa.

Cambio in panchina

Nonostante le premesse, i rossoneri non convincono e già a novembre il club meneghino decide di esonerare l’ex Galatasaray in favore di Carlo Ancelotti, campionissimo ai tempi di Sacchi e Capello.

Carlo Ancelotti
https://www.facebook.com/ancelottiofficial/photos/a.533995320040287.1073741826.137039439735879/1078180798955067/?type=3&theater

Falcidiati dagli infortuni

La cura del tecnico di Reggiolo dà i suoi frutti ma una sequenza incredibile di infortuni getta il Milan in una posizione di classifica lontana dai posti che valgono la qualificazione alla Champions League.

Finale energico

Quando tutto sembra perduto, i rossoneri vincono tre gare consecutive, grazie in particolare al rientrante Inzaghi, sempre implacabile sotto porta. Il Milan si riavvicina così al 4° posto.

7 aprile 2002, Chievo-Milan

Il 7 aprile 2002, alla 30/esima giornata, si gioca Chievo-Milan. La matricola veneta duella con gli uomini di Ancelotti per l’Europa che conta. Queste le formazioni al “Bentegodi”:
CHIEVO: Lupatelli, Moro, Legrottaglie, D’Angelo, Lanna, Eriberto, Perrotta, Corini, Franceschini, Corradi, Marazzina.
MILAN: Abbiati, Chamot, Laursen, Roque Junior, Kaladze, Brocchi, Albertini, Gattuso, Serginho, Rui Costa, Inzaghi 

Pareggio prezioso

Al 13′ il solito Inzaghi scatta più veloce di tutti e di testa batte Lupatelli con un colpo di testa sul primo palo. Il pareggio dei clivensi arriva al 22′ con un colpo di testa di Moro. Chievo-Milan finisce 1-1. Un punto che si rivelerà preziosissimo per i rossoneri.

ultimo aggiornamento: 03-03-2019

X