14/5/2011, Milan-Cagliari: 4-1 per i rossoneri campioni d'Italia

2011, Milan-Cagliari 4-1: goleada rossonera nella festa scudetto

Il 14 maggio 2011 si gioca Milan-Cagliari, penultima di campionato, in un’atmosfera di festa. I rossoneri hanno vinto lo scudetto la settimana precedente…

L’ultimo scudetto del Milan risale ormai alla stagione 2010/11. I rossoneri, con il nuovo volto di Massimiliano Allegri in panchina, si presentano ai nastri di partenza con i colpi di mercato last minute di Ibrahimovic e Robinho.

Alla caccia dei “cugini”

Come nelle stagioni precedenti, i favori del pronostico sono per l’Inter, reduce dal “triplete” condotto da Mourinho. Anche con Benitez la storia sembra non cambiare mentre il Milan fatica un po’ a carburare. Poi, in pochi settimane, cambia lo scenario con i rossoneri che balzano al comando della classifica e l’ex Liverpool esonerato in favore dell’ex rossonero Leonardo.

Verso lo scudetto

Dopo il derby di ritorno (vinto dal Diavolo per 3 a 0), il Milan riallunga sui minacciosi rivali e riprende la marcia verso lo scudetto, che viene sigillato a Roma il 7 maggio.

Milan-Cagliari, è festa rossonera

Così, il 14 maggio 2011, San Siro ospita Milan-Cagliari in un’atmosfera spettacolare e festante. Queste le formazioni di Milan-Cagliari:
MILAN: Abbiati, Abate, Thiago Silva, Yepes, Zambrotta, Gattuso, Ambrosini, Emanuelson, Seedorf, Pato e Robinho;
CAGLIARI: Agazzi, Perico, Astori, Canini, Agostini, Biondini, Nainggolan, Lazzari, Cossu, Acquafresca e Missiroli.

Robinho
Robinho (fonte foto: http://www.magliarossonera.it/img201011/immuff/201011_14.html)

Poker e coppa!

Come prevedibile, il Milan parte forte per regalare al proprio pubblico una prestazioni esaltante. A aprire le marcature ci pensa Robinho, in grande spolvero, che salta due avversari e batte il portiere ospite. Passano due minuti e arriva il raddoppio, grazie a Gattuso che di testa mette il pallone in rete a porta praticamente vuota. I rossoneri sono incontenibili e Pato serve al connazionale Robinho l’assist per il tris. Cossu accorcia con un bel gol. Nella ripresa, Seedorf firma il 4 a 1 finale, imbeccato ancora da Pato. Il pubblico esulta in attesa del triplice fischio e della premiazione finale tra i fuochi d’artificio. Ambrosini alza al cielo la coppa dello scudetto e poi Kevin-Prince Boateng si esibisce nel famoso “Moonwalk” di Michael Jackson…

ultimo aggiornamento: 09-02-2019

X