Il 25 aprile e la politica: i messaggi delle istituzioni e dei leader di partito, da Mattarella a Di Maio passando per Salvini e Zingaretti.

Il mondo della politica prova ad unirsi in occasione del 25 aprile, Festa della liberazione, o almeno prova ad evitare le discussioni. Nonostante le polemiche che ogni anno precedono le celebrazioni, da destra a sinistra si sono levati messaggi di pace.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Mattarella, ’25 aprile data fondatrice della nostra esperienza democratica’

Nella primavera del 1945 l’Europa vide la sconfitta del nazifascismo e dei suoi seguaci.

L’idea di potenza, di superiorità di razza, di sopraffazione di un popolo contro l’altro, all’origine della seconda guerra mondiale, lasciò il posto a quella di cooperazione nella libertà e nella pace e, in coerenza con quella scelta, pochi anni dopo è nata la Comunità Europea.

Oggi celebriamo il settantacinquesimo anniversario della Liberazione, data fondatrice della nostra esperienza democratica di cui la Repubblica è presidio con la sua Costituzione“, esordisce il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo lungo messaggio pubblicato prima della cerimonia individuale presso l’Altare della Patria, dove si è recato per deporre una corona di fiori.

Mattarella
Roma – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della deposizione di una corona d’alloro sulla Tomba del Milite Ignoto, nella ricorrenza del 75° anniversario della Liberazione , oggi 25 aprile 2020. (Foto di Paolo Giandotti – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Conte cita De Gregori

Il Presidente del Consiglio ha scelto di affidarsi alle parole di De Gregori per esprimere un pensiero sul 25 aprile. Poche parole dal forte impatto emotivo.

Matteo Salvini sul 25 aprile: “Grazie ai nostri nonni, un abbraccio ai nostri genitori, una carezza ai nostri figli”

Più che di liberazione Matteo Salvini parla di libertà, un confine sottilissimo a voler essere pignoli in questo giorno.

“Grazie a chi, 75 anni fa, oggi e domani, ha messo, mette e metterà al centro della propria vita la battaglia per la Libertà. La voglia di Libertà può essere attaccata, offesa, incarcerata, derisa, ma alla fine vince sempre. Grazie ai nostri nonni, un abbraccio ai nostri genitori, una carezza ai nostri figli”.

“Fra qualche anno ricorderemo questi giorni incredibili di sofferenza, di paura, di rabbia, di incertezza e preoccupazione, e penseremo a quanto siamo stati bravi, forti e coraggiosi nel superarli, per tornare a sorridere”.

“Qualcuno, oggi come allora, dice che la libertà, come donne e uomini, come Italia, non serve, è un lusso di cui possiamo anche fare a meno. No!”.

Matteo Salvini
Roma 28/08/2019 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Matteo Salvini

25 aprile, da Zingaretti un appello all’Unità

Il Segretario del Partito democratico Nicola Zingaretti ha fatto riferimento alle parole di Sergio Mattarella rilanciando i concetti e i valori di unità e coesione.

“Mattarella ancora una volta ha ragione, oggi ha usato due bellissime parole: ‘coraggiosi’, riferendosi a chi ha combattuto l’oppressione, e poi ‘ripartenza […] Sserve l’energia di allora, quella energia che ha permesso la ricostruzione dell’Italia e ridato agli italiani, fiducia e speranza nel futuro”.

Nicola Zingaretti
Db Milano 10/01/2020 – convegno “Nord Face. Lavoro sviluppo ambiente: il Nord per l’Italia” / foto Daniele Buffa/Image nella foto: Nicola Zingaretti

Di Maio, Festa della Liberazione e coronavirus

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha approfittato del 25 aprile per incitare gli italiani a combattere un’altra guerra, quella contro il coronavirus.

“Oggi è festa nazionale, festa di tutto il Paese e dovremo saper raccogliere l’ impegno, lo spirito e il sacrificio che furono dei nostri nonni. Perché quella che abbiamo Di fronte, anche se non è una guerra ne ha le sembianze. E provoca gli stessi effetti”.

Luigi Di Maio
Fonte foto: https://www.facebook.com/LuigiDiMaio

Casellati, “Italia finalmente libera dalla tirannia”

La Presidente del Senato Casellati opta per un approccio decisamente più diretto parlando di liberazione dall’oppressione e dalla tirannia.

“Cari italiani, è il 25 aprile, una ricorrenza che ho sempre celebrato nelle piazze, che si animavano della memoria e della passione di chi ha visto nel 1945 l’Italia finalmente libera dall’oppressione, dalla paura, dalla tirannia”.

“Oggi con l’emergenza che ci chiude nelle nostre case, sento la necessità di ricordare che questa è la festa del coraggio italiano. Il coraggio di chi ha dato il cuore, l’anima e la vita per un Paese migliore, fondato sui valori della libertà, della solidarietà e della fratellanza. Il coraggio di un Paese che si è riscoperto Nazione”.

“Questo è lo spirito dell’Italia che il 25 aprile ha ritrovato la sua anima libera. Questo è l’esempio dell’Italia che su quella libertà ha costruito la sua storia democratica. Un esempio che in questo difficile momento da’ forza e speranza al nostro Paese”.

ultimo aggiornamento: 25-04-2020


Di Maio, ‘Sul Mes si può trattare’

Coronavirus, Landini al Governo: “Urgente riaprire le scuole”