4 agosto 1978, Sara Simeoni fa il record del mondo nel salto in alto

Il 4 agosto 1978, l’atleta azzurra Sara Simeoni stabilisce il record del mondo nel salto in alto, superando l’asticella a 2,01 metri. Due anni dopo, l’oro olimpico di Mosca.

Quarant’anni fa Sara Simeoni entrava nella storia dello sport e dell’atletica. Il 4 agosto 1978, infatti, l’atleta italiana stabiliva a Brescia il record del mondo di salto in alto, con la misura di 2,01 metri. Per la prima volta nella storia del salto in alto femminile un’atleta superava il muro dei due metri. Teatro del record, una riunione di atletica tra le nazionali di Italia e Polonia. L’evento non fu trasmesso dalla Rai e così solo a distanza di circa trent’anni furono ritrovati filmati a colori della riunione nell’archivio di una televisione locale.

Sara Simeoni (fonte foto: fidalveneto.com)

Straordinaria carriera

Nata a Rivoli Veronese nel 1953, Sara Simeoni inizia giovanissima con la pedana. Adotta presto il rivoluzionario stile Fosbury. Diventa campionessa italiana (11 titoli), poi conquista il bronzo agli Europei del 1974 a Roma. Vince le Universiadi e i Giochi del Mediterraneo. Alle Olimpiadi di Montreal 1976 sale sul podio, fregiandosi della medaglia d’argento. Vince l’oro agli Europei di Praga, dove eguaglia la misura di Brescia, e arriva così da favorita ai Giochi di Mosca. Con un salto di 1,97 Sara Simeoni entra nell’olimpo vincendo la medaglia d’oro. Quattro anni più tardi, a Los Angeles, è portabandiera per la delegazione italiana. Negli Usa salta 2,00 metri e vince un’altra medaglia d’argento.
Dopo il ritiro, Sara Simeoni sarà interprete di sigle di telefilm, cartoni animati e trasmissioni televisive pubblicate nell’album Bimbo Hit nel 1988 e nel 1990.
Il 26 febbraio 2006 è stata portatrice della bandiera olimpica nel corso della cerimonia di chiusura della XX Olimpiade invernale di Torino.

ultimo aggiornamento: 04-08-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X