Il 4 aprile 1949, a Washington, viene firmato il patto che istituisce la Nato, North Atlantic Treaty Organization.

La nascita della Nato è stata siglata il 4 aprile 1949. Dopo pochi anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, le tensioni e le contrapposizioni tra mondo occidentale e comunista si facevano sempre più insistenti.

La contrapposizione tra Ovest e Est

Già dalle ultime battute del conflitto bellico, si intravedeva il nuovo riequilibrio mondiale. La “cortina di ferro“, celebre locuzione esaltata da Winston Churchill, segnava il nuovo scenario che sarebbe rimasto immutato per oltre quattro decenni: Germania e Berlino divise, Ovest contro Est.

https://www.youtube.com/watch?v=snXhtOpSXtI&ab_channel=NATO

La Nato

Il timore, nell’Europa Occidentale e negli Stati Uniti, nei confronti dell’Unione Sovietica cresceva a dismisura. Ciò che era avvenuto nei Paesi “satelliti” di Mosca non faceva dormire sonni tranquilli alle cancellerie e alle popolazioni di Londra, Parigi, Roma, Washington, ecc.
E così, allo scopo di non lasciarsi prendere di sorpresa da eventuali azioni ostili da parte dell’Urss fu creato allo scopo di garantire una difesa comune e mutuale il Patto Atlantico.

I Paesi aderenti

Il 4 aprile 1949, a Washington, fu sottoscritto il North Atlantic Treaty Organization. I primi Paesi a aderire all’accordo furono: Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Islanda, Norvegia, Danimarca, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Francia, Italia e Portogallo. Nel 1952 entrarono anche Grecia e Turchia mentre nel 1955 fu la volta della Germania Ovest.


Militare arrestato, scontro Pd-Lega. Meloni: “Draghi riferisca in Parlamento”

Conte: “La lunga parentesi di rinunce e sacrifici non deve fiaccarci”