Le dichiarazioni di Abbiati ai microfoni di Fanpage.it: “Maldini? Penso che stia aspettando il closing e il piano industriale della nuova proprietà

Intervenuto ai microfoni di Fanpage.it, l’ex capitano rossonero Christian Abbiati ha parlato dei suoi ultimi tempi trascorsi al Milan e del senso di insoddisfazione che lo hai poi portato alla decisione di ritirarsi: “Alcuni giocatori non era degni del Milan. Anzi, nemmeno di Milanello. Elementi che reputavo non all’altezza di Milanello non ci sono più. Ora c’è un gruppo unito, senza è difficile vincere. La base è giovane. Miglioreranno. Prima andava tutto bene, c’era un gran gruppo con molte amicizie. E queste aiutano, anche in campo ti dai una mano in più“.

Su Paolo Maldini e il futuro del Milan. Penso che stia aspettando il closing e il piano industriale della nuova proprietà. Poi decidere cosa fare. Secondo me ha fatto benissimo a non accettare in questo momento. Senza certezze, non avrebbe senso. Io un futuro da dirigente al Milan? Magari, ci andrei a piedi“.

Sul futuro di Donnarumma. Mihajlovic mi chiese se era pronto, aveva qualche dubbio, io no. Gli dissi di andare tranquillo. Ha testa e forza fisica. Una dote naturale. Per me Dio ha guardato giù e ha detto: “Tu devi fare il portiere“.

milan

ultimo aggiornamento: 02-04-2017


Serie A, Roma-Empoli 2-0: un doppio Dzeko stende i toscani

Milan, il Fondo Elliott guarda al modello Arsenal