Abolizione dei Voucher nel 2018, il mondo dell’industria alza la voce

Voucher. È atteso per domani il decreto di abolizione dei Voucher dopo la votazione nella commissione Lavoro della Camera avvenuta questo pomeriggio. Il provvedimento governativo dovrebbe così evitare il referendum proposto dai sindacati. Si va dunque verso l’abolizione totale che sarà però effettiva solo dal 2018, ha spiegato la relatrice del disegno di legge Patrizia Maestri per permettere a chi li ha acquistati di poterli utilizzare.

Abolizione Voucher, il mondo dell’industria attacca

Dura la risposta del mondo dell’industria contro un provvedimento che teme che l’abolizione dei Voucher possa favorire la diffusione dei lavoratori non regolari, o in nero. “Sarebbe un errore clamoroso, i voucher pesano per lo 0,19% del totale delle ore lavorate. Meglio proseguire con la tracciabilità aumentando l’area dei controlli sugli abusi” ha dichiarato il presidente di Confindutria Maurizio Stirpe, mentre il presidente di Confesercenti Massimo Vivoli  ha definito “l’abrogazione dei voucher un errore” in quanto anche senza i buoni lavoro, i mini-jobs continueranno ad esistere: servirà dunque un altro strumento per regolamentare tutte quelle prestazioni occasionali che nelle imprese non possono essere inquadrate in rapporti di lavoro tradizionale, soprattutto in quei settori come il turismo, il marketing, il commercio e l’organizzazione eventi, che si trovano spesso a dover fronteggiare aumenti imprevedibili ma momentanei dell’attività“.

ultimo aggiornamento: 16-03-2017


Caserta, Cosentino condannato a sette anni per estorsione e illecita concorrenza

Mattarella: “Abbiamo fatto passi in avanti ma la mafia in Italia è ancora forte”