Nell’ambito di una risoluzione non legislativa, il Parlamento Eu chiede di inserire il diritto nella Carta dei diritti Europei.

Si tratta di un tipo di risoluzione appena approvata a Strasburgo, con 324 sì, 155 no e solo 38 astenuti.

Gli eurodeputati si dicono in “piena solidarietà e sostegno alle donne e alle ragazze negli Stati Uniti, nonché a coloro che sono coinvolti nella prestazione e nella promozione del diritto e dell’accesso all’assistenza legale e sicura all’aborto in circostanze così difficili”. Hanno poi affermato che “occorre presentare al Consiglio, una proposta di modifica dell’articolo 7 della Carta, perché ogni persona ha diritto all’aborto sicuro e legale”.

bandiera europa
bandiera europa

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Un diritto fondamentale

Nell’ambito della risoluzione, come una sorta di reazione alla revoca sentenziale del 1973 sul caso Roe v. Wade, che cancellò il diritto costituzionale di abortire, i parlamentari europei avrebbero condannato il deterioramento della salute e dei diritti sessuali e riproduttivi delle donne americane, chiedendo appunto al Congresso usa, l’approvazione di un progetto di legge che tuteli l’aborto su scala federale.

I Paesi Ue

“I Paesi Ue – si legge nella risoluzione – dovrebbero garantire l’accesso a servizi di aborto sicuri, legali e gratuiti, a servizi di assistenza sanitaria prenatale e materna, alla pianificazione familiare volontaria, a servizi adatti ai giovani, nonché alla prevenzione, al trattamento e al sostegno nella lotta all’Hiv, senza discriminazione alcuna”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 07-07-2022


Appello LIPU a Jovanotti: “Ripensaci”

Cartabellotta: “Covid? Usare mascherine per evitare lockdown servizi”