Accise sulle elettriche: il governo riflette sulle nuove tasse
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Accise sulle elettriche: il governo riflette sulle nuove tasse

ricarica auto elettrica

Come il governo italiano sta considerando di trasferire le accise dai carburanti tradizionali alle auto elettriche.

Con la progressiva diffusione delle auto elettriche, il gettito derivante dalle accise sui carburanti è in calo, di fronte a questa realtà, il governo italiano sta pensando a come “traslare” queste risorse dalla mobilità endotermica a quella elettrica. È quanto emerso dalle parole del ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti durante l’Automotive Dealer Day.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Giancarlo Giorgetti
Giancarlo Giorgetti

Le possibili ripercussioni sul mercato

Le parole del ministro. Giorgetti ha spiegato chenon si tratterà solo di una riduzione del gettito, ma di una significativa traslazione“. Questo significa che l’elettrificazione porterà sempre meno auto a benzina e gasolio sulle strade, riducendo gli introiti derivanti dalle accise sui carburanti. Il ministero dell’Economia e delle Finanze sta già lavorando su questo, considerando anche l’aggiornamento della normativa europea sulla tassazione dei prodotti energetici. Secondo quanto riferito da quattroruote.it

Il minor gettito dai carburanti previsto per i prossimi anni dovrà essere compensato da uno “spostamento” delle imposte verso le auto elettriche. È difficile prevedere come si svilupperà la questione, se Roma andrà a toccare la ricarica o altre forme di tassazione. Al momento, Giorgetti spiega che “è in corso una riflessione del governo sulla necessità di tenere presente l’evoluzione delle basi imponibili sulla base della trasformazione del sistema economico“. Questo suggerisce che le accise non spariranno, ma si adatteranno ai cambiamenti del mercato. Secondo quanto riportato da quattroruote.it

Le sfide per il futuro

La transizione verso le auto elettriche rappresenta una sfida significativa per il governo. Dovrà trovare un equilibrio tra incentivare l’adozione di veicoli a basse emissioni e mantenere un gettito fiscale sufficiente. Questo equilibrio sarà cruciale per garantire che l’Italia possa continuare a finanziare le infrastrutture e i servizi pubblici senza gravare eccessivamente sui cittadini.

La riflessione del governo sulle accise elettriche è solo all’inizio, ma il messaggio è chiaro: il sistema fiscale dovrà adattarsi ai cambiamenti del mercato automobilistico. Resta da vedere come questo impatterà sugli utenti e su chi ha già fatto il passaggio alla mobilità elettrica.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2024 13:32

L’espansione delle esportazioni automobilistiche cinesi: nuovi mercati e sfide in Europa

nl pixel