Accordo Cdp e Ics per lo sviluppo degli impianti sportivi

Accordo Cdp e Ics per lo sviluppo degli impianti sportivi

Accordo tra Cdp e Ics per gli impianti sportivi del nostro Paese. Abodi: “Rappresenta un ulteriore fattore di crescita”.

ROMA – Accordo tra Cdp e Ics per gli impianti sportivi del nostro Paese. La firma è avvenuta nella giornata di giovedì 8 agosto 2019 con i due istituti che si impegnato ad aiutare le società ad ampliare e a migliorare le proprie infrastrutture ma anche a sostenere le attività sociali e culturali.

Un impegno – si specifica nell’accordo – che non riguarda solo lo sport ma anche la dimensione no profit. L’intesa, inoltre, prevede anche la configurazione di specifici strumenti finanziari e di garanzia a supporto delle imprese culturali e sociali.

San Siro
San Siro

La soddisfazione di Palermo

Dopo l’accordo, l’amministratore delegato Fabrizio Palermo spiega i motivi di questa intesa: “Consolidiamo la collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo e mettiamo in campo diverse soluzioni a sostegno dello sport, un settore prioritario che necessita di infrastrutture sempre più moderne. Con questo piano vogliamo rafforzare il sostegno per le imprese e la pubblica amministrazione nella realizzazione di strutture sportive all’avanguardia e in linea con i migliori standard di sicurezza e di sostenibilità“.

Il pensiero di Abodi

Contento anche il presidente della Ics ed ex numero uno della B, Andrea Abodi: “Questa intesa rappresenta un ulteriore fattore di crescita della nostra banca pubblica. Abbiamo lavorato tanto con Cdp per firmare questa intesa. Partecipare a progetti di rigenerazione urbana rappresenta l’essenza della nostra missione pubblica“.

Avvertiamo la responsabilità di stimolare – conclude – ma anche sostenere e promuovere la crescita di settori strategici come questi. Secondo noi questo modello può rappresentare uno strumento utile non solo per la crescita del PIL italiano ma anche per il benessere della nostra comunità nazionale“. E nelle prossime settimane ci potrebbero essere i primi risultati di questa nuova intesa tra i due istituti. E l’economia italiana si prepara a crescere.

ultimo aggiornamento: 09-08-2019

X