Cina-Ue, i termini dell'accordo raggiunto tra le parti

Accordo Cina-Ue, si lavora al mercato libero

Cina e Unione europea verso la firma dell’accordo dopo il giro di visite istituzionali da parte del presidente cinese Xi Jinping.

Si conclude con un accordo tra l’Unione europea e la Cina il tour istituzionale di Xi Jinping, iniziato con la storica visita in Italia per la firma del Memorandum sulla via della seta che ha diviso il governo italiano con Salvini che aveva frenato gli entusiasmi dell’ala pentastellata del governo.

L’accordo tra l’Unione europea e la Cina dovrebbe entrare in vigore a tutti gli effetti nel 2020 e sarà soggetto a una costante azione di monitoraggio per valutare gli effetti della nuova organizzazione dei rapporti commerciali tra le parti in causa.

Accordo commerciale Cina-Unione europea: si lavora per l’accesso al mercato migliorato e non discriminatorio

Cina e Unione europea hanno firmato un accordo sugli investimenti mirato alla creazione di un accesso al mercato migliorato e non discriminatorio. Come per l’Italia, la preoccupazione dell’Europa riguarda soprattutto le barriere del mercato cinese e la politica legata all’esportazione massiccia cui fa da contraltare un’importazione fortemente limitata e spesso addirittura ostacolata da barriere all’entrata.

Unione Europea
Fonte foto: https://pixabay.com/it/vectors/europa-dell-unione-europea-bandiera-155191/

I dettagli dell’accordo Cina-Ue

L’accordo prevede anche un rafforzamento delle regole internazionali per quanto riguarda i sussidi industriali. Arriva lo stop ai trasferimenti forzati di tecnologia. Per quanto riguarda la tecnologia 5G – nodo che ha messo in difficoltà anche il governo italiano – l’accordo prevede una collaborazione che dovrà interessare anche la cybersicurezza. Nella dichiarazione finale dovrebbe essere inserito anche uno studio per collegare la Via della Seta con le grandi reti di trasporto dell’Unione europea.

ultimo aggiornamento: 10-04-2019

X