Accordo trovato tra Milan, Inter e Comune sulle volumetrie del nuovo San Siro.

MILANO – E’ stato trovato l’accordo tra Milan, Inter e il Comune di Milano sulle volumetrie del nuovo San Siro. Si tratta di un passaggio fondamentale per il via libera all’impianto visto che l’intesa riguarda su quanto si potrà costruire attorno alla struttura per creare la cittadella dello sport per salvare parte del vecchio Meazza.

La nota

La notizia dell’accordo è stata comunicata con una nota comune firmata dalle due società e riportata dal Corriere della Sera: “Milan e Inter – si legge nel testo – a seguito dell’incontro odierno con i rappresentanti del Comune di Milano, comunicano che sono stati fatti significativi passi avanti nella messa a punto del progetto presentato dai club per il rifunzionalizzazione dell’attuale impianto Giuseppe Meazza e la creazione di uno Sports and Eintertaiment a San Siro con un ridotto indice volumetrico equivalente a 145mila metri quadrati“.

Come detto si tratta di un passaggio fondamentale per la creazione del nuovo impianto che dovrebbe nascere nei prossimi anni. Il progetto va avanti come i contatti con il Comune per cercare di trovare l’accordo definitivo sul nuovo stadio che dovrebbe ospitare entrambe le compagini.

San Siro
San Siro

Addio al ‘Meazza’

I passi avanti per il nuovo stadio avvicinano l’addio del Meazza. Solo parte di questa struttura resterà in piedi, il resto sarà abbattuto per dare vita all’impianto.

I contatti tra le due società e il Comune sono in corso per dare il via il prima possibile ai lavori per la realizzazione del nuovo stadio. Si tratta di una struttura completamente innovativa con la cittadella dello sport che sarà costruita nelle vicinanza dell’impianto. Milan e Inter sono pronte a dare vita a questo progetto che consentirà ad entrambe le squadre di giocare in una struttura completamente diversa da quella attuale.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio calcio news Inter milan San Siro sport

ultimo aggiornamento: 24-06-2020


Ancelotti accusato di evasione fiscale in Spagna. Il tecnico: “Le accuse non mi preoccupano”

Spadafora, ‘Ok alla ripresa del calcetto e dello sport di contatto’