Neymar trova l’accordo con la Puma. Un’intesa, secondo Forbes, da 25 milioni di euro.

ROMA – Accordo tra Neymar e Puma. Dopo essersi separato con la Nike, il brasiliano ha accettato la proposta dell’azienda tedesca di 25 milioni di euro a stagione. Le cifre sono state anticipate da Forbes con il brasiliano che è pronto a diventare, grazie agli sponsor, il giocatore più pagato visto che Messi e Ronaldo hanno un compenso inferiore rispettivamente con Adidas e Nike.

La separazione tra Neymar e Nike era stata ufficializzata nei giorni scorsoi con il brasiliano che ha deciso di legarsi alla Puma. Uno sforzo importante per l’azienda che ha deciso di raddoppiare la cifra per ottenere il sì del campionissimo carioca.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

La Puma e Neymar, accordo destinato a durare diverso tempo

Un accordo che sembra soddisfare entrambe le parti. Da una parte Neymar ha raddoppiato il guadagno rispetto alla Nike (25 milioni rispetto ai 12 precedenti), dall’altra la Puma h ritrovato un personaggio di primo livello dopo il ritiro di Usain Bolt.

Si tratta di un’intesa importante per cercare di aumentare il patrimonio di entrambe le parti. Da capire se in futuro altri atleti decideranno di legarsi all’azienda tedesca.

Neymar
Neymar

Messi e CR7 rispondono?

Non è esclusa una risposta da parte di Messi e Cristiano Ronaldo. In particolare, il portoghese non sembra essere intenzionato a stare dietro a Neymar e per questo non si escludono dei cambi dal punto di vista degli accordi trovati con i rispettivi sponsor.

Un duello importante anche in questo senso dal punto di economico tra i tre giocatori più forti al mondo. Neymar con l’accordo con la Puma ha effettuato il sorpasso con Messi e Cristiano Ronaldo che sono chiamati a rispondere per riportarsi davanti al brasiliano e difendere i primi due posti tra i giocatori più pagati in tutto il mondo.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 22-09-2020


Ufficiale il trasferimento di Vidal all’Inter

Il nuovo allarme dell’Oxfam: “I poveri travolti dai cambiamenti climatici”