Aspetti economici e finanziaria di un momento fondamentale della crescita

L’accumulazione finanziaria (cioè di capitale) fu individuata da Karl Marx come chiave di volta del Capitalismo. Su di essa si basa ancora oggi gran parte dei sistemi economici mondiali.

L’accumulazione nella sua accezione economica

In economia l’accumulazione si definisce come incremento della capacità produttiva attraverso il non utilizzo di una parte della produzione. 

L’incremento della capacità produttiva può essere raggiunto attraverso diverse strategie: la manutenzione degli impianti produttivi già in possesso dell’azienda o l’acquisto di impianti più efficienti e tecnologicamente avanzati è una di queste. Nel settore agricolo si può definire accumulazione la messa da parte di una parte del raccolto per ottenerne sementi in vista del raccolto futuro.

Nell’economia di mercato il processo di crescita economica è stato complicato dalla mediazione finanziaria. Attualmente chi ha accumulato capitale è in grado di mettere a disposizione dei produttori le risorse accumulate grazie all’intermediazione delle banche e delle Borse e attraverso i titoli obbligazionari.

L’accumulazione finanziaria alla base della crescita economica

L’accumulazione di risorse come è ovvio è strettamente collegata alla fase di crescita di un’economia, poiché ne pone le basi. In un sistema capitalistico l’accumulazione di risorse finanziarie è ad appannaggio delle aziende, che sono in grado di rendere produttive quelle risorse conseguendo il maggior profitto possibile.

Conseguenze del processo di accumulazione e di crescita economica sono: incremento demografico, incremento dei salari e della domanda di forza lavoro, aumento della produttività (questo in una fase leggermente più avanzata del processo).

E’ interessante come l’innovazione sia posta in stretto collegamento con l’accumulazione di capitale (secondo J. Shumpeter): nel momento in cui un produttore introduce un’innovazione nel processo di produzione e tale innovazione risulta fruttuosa assicurandogli del profitto, allora gli istituti di credito sono più disposti a concedere credito a quelle aziende che vogliano innovare a loro volta i propri sistemi produttivi sull’esempio della prima.

In sintesi l’innovazione dei processi produttivi induce gli operatori finanziari ad aumentare il capitale a disposizione delle aziende.

certificato_unicasim


Come eseguire correttamente la Costituzione del Fondo Patrimoniale

Alitalia, Calenda: “Ue ha dato l’ok al prestito ponte da 400 milioni”