Giappone, l’acqua radioattiva di Fukushima sarà versata nel Pacifico

L’acqua radioattiva di Fukushima sarà versata nel Pacifico. Ad annunciarlo è stato il ministro dell’Ambiente, Yoshiaki Harada.

TOKYO (GIAPPONE) – L’acqua radioattiva di Fukushima sarà versata nel Pacifico. Ad annunciare la notizia è stato il ministro dell’Ambiente del governo di Tokyo, Yoshiaki Harada, che ha precisato come “si tratta dell’unica opzione possibile“.

L’operazione sarà gestita dalla centrale Tokyo Electric Power, rimasta gravemente danneggiata dal terremoto del 2011. Dopo il sisma, infatti, la zona destinata alle riserve nella centrale è stata stoccata e al momento non c’è più spazio. Il ministro ha precisato come questa sia “l’unica soluzione possibile. Ne parleremo in Parlamento ma vorrei offrire la mia semplice opinione“.

I prossimi passaggi del governo

Al momento non c’è niente di ufficiale ma il ministro dell’Ambiente ha messo sul piatto questa proposta. Il Governo – riferiscono i giornali locali – è in attesa di un rapporto degli esperti e poi prendere la decisione definitiva su come smaltire l’acqua radioattiva.

Fonti governative precisano come le dichiarazioni del presidente dell’Ambiente sono la sua opinione e non è stata presa nessuna decisione. La decisione sarà presa dalla maggioranza nel giro di poche settimane perché l’azienda entro il 2022 finirà lo spazio per immagazzinare l’acqua.

Fukushima
fonte foto https://twitter.com/aliifkl

Acqua contaminata versata nel Pacifico?

La decisione di versare l’acqua contaminata nell’Oceano Pacifico rischia di procurare diverse polemiche a livello mondiale. Da tempo, infatti, si lotta per non inquinare i mari e sicuramente il versamento va contro questa battaglia iniziata nei mesi scorsi.

Al momento, però, nessuna conferma ufficiale da parte del Governo. La discussione in tutto il Giappone è in corso e a breve ci potrebbero essere delle comunicazioni. E si pensa a diluire l’acqua inquinata presente nella Tokyo Electric nell’Oceano Pacifico visto che la società le riserve sono ormai piene dopo il terremoto del 2011 che ha danneggiato la struttura.

fonte foto copertina https://twitter.com/aliifkl

ultimo aggiornamento: 10-09-2019

X