La Bce pronta ad aumentare gli acquisti a giugno. Piazza Affari in positivo

La Bce pronta ad aumentare gli acquisti a giugno. Piazza Affari in positivo

La Bce nel mese di giugno potrebbe aumentare gli acquisti. Notizia che spinge Piazza Affari in positivo.

MILANO – La notizia di possibili acquisti aumentati da parte della Bce nel mese di giugno ha spinto Milano in positivo. La Banca Centrale Europea starebbe pensando di aumentare le dimensioni del PEPP per cercare di rispondere alla pandemia.

Indiscrezione che ha portato Piazza Affari a chiudere la settimana con un progresso del +1,34%, la migliore degli indici europei. Francoforte ha registrato un +0,05%. Seduta negativa, invece, per Parigi (-0,02%) e Londra (-0,38%). Continua, invece, la discesa dello spread che ha chiuso a 209 punti base con il rendimento decennale sotto l’1,59%.

Le stime di Coldiretti

La chiusura di Piazza Affari in positivo non tranquillizza la Borsa che continua ad essere molto nervosa. Tensioni dei mercati dovuta alle incertezze sulla ‘fase 2’ con le ipotesi avanzate dalle analisi delle associazioni di categoria.

L’ultima ricerca è stata fatta da Coldiretti che ha parlato di un milione di nuovi poveri dovuti alla pandemia. Tra questi ci sono “coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere e tutte le persone impiegate nel sommerso che non godono degli aiuti pubblici“.

La tensione Cina-Stati Uniti

Borse americane nervose per la possibile tensione tra Cina e Stati Uniti. L’intenzione di Pechino di imporre una nuova legge sulla sicurezza nazionale ad Hong Kong non convince Washington. Al termine degli scambi il Dow Jones cede lo 0,38%. In negativo anche S&P500 (-0,32%) e il Nasdaq (-0,7%).

L’incertezza che arriva dalla Cina non fa bene neanche al petrolio che, dopo una settimana di crescita, chiude in negativo. Il contratto Wti con scadenza a giugno ha registrato un calo del 4,57% chiudendo a 32,27 dollari. Male anche il Brent che ha avuto una diminuzione dello 5,07% a 34,23 dollari.

Scarica QUI il testo del Decreto Cura Italia per conoscere le norme a sostegno delle famiglie e delle imprese.

ultimo aggiornamento: 22-05-2020

X