E’ morto Luis Del Sol, centrocampista campione d’Europa con il Real Madrid e la Spagna. Ha militato per 8 stagioni alla Juventus e due alla Roma.

Il calcio è in lutto per la scomparsa di Luis Del Sol. Lo spagnolo è morto domenica a Siviglia, dove era cresciuto, all’età di 86 anni. Era nato nel 1935 da una famiglia di origini vercellesi.

Chi era Luis Del Sol

Centrocampista di sostanza e personalità, giocava in mezzo al campo con un dinamismo e una resistenza fuori dal comune. Dopo cinque anni al Betis, nel 1959 arriva la grande chiamata dal Real Madrid. Del Sol entra in una formazione spaziale, che aveva vinto tutte le prime quattro edizioni della Coppa dei Campioni. Un undici pieno di campioni e alla mezzala spetta il compito di interrompere le trame avversarie e rilanciare l’azione in favore di Di Stefano e Puskas: proprio la Saeta Rubia lo ribattezza il “postino”… Al termine della stagione vince la Coppa dei Campioni. E in quella successiva arrivano anche l’Intercontinentale e il primo di due titoli nazionali.

La lunga esperienza alla Juventus

Nel 1962 la Juventus dell’Avvocato Agnelli lo acquistò per 350 milioni di lire e in bianconero rimase per otto stagioni. Divenuto bandiera nonché l’emblema della Juve Operaia degli anni 1960 di Heriberto Herrera, nel 1967 vince lo scudetto. Nel frattempo, nel 1964 vince l’Europeo con la Nazionale spagnola. Nel 1970 passa alla Roma in cambio di Capello, Spinosi e soldi.


Coronavirus, il 50 per cento degli italiani ha ricevuto una dose di vaccino

Quali sono le Regioni in zona Bianca dal 21 giugno e le regole da seguire. Niente coprifuoco in tutta Italia