Milano, adolescente suicida per un gioco sul web

Milano, quattordicenne si toglie la vita: l’ipotesi è che stesse giocando a Blackout, un folle gioco che sta dilagando sul web.

Proseguono le indagini sulla morte di un ragazzo di quattordici anni di Milano, trovato senza vita nella sua camera lo scorso sei settembre. Nessun dubbio sulla dinamica e sulle cause della morte: il ragazzo si è tolto la vita impiccandosi con una corda da arrampicata fissata sulla parte superiore del suo letto a castello. Le indagini sulla ricerca del movente che ha portato l’adolescente a togliersi la vita hanno condotto a un’ipotesi inquietante: non si esclude infatti che il giovane si sia suicidato per un folle gioco sul web.

Blackout: il folle gioco che sta dilagando sul web

Blackout: è questo il nome del gioco che sta facendo centinaia di seguaci sulla rete. La dinamica è semplice e drammatica: il gioco spinge i ragazzi a togliersi l’ossigeno per un limitato periodo di tempo. Questo provoca la temporanea perdita dei sensi fino allo svenimento.

Ambulanza
fonte foto https://www.facebook.com/Primapartenza

Quattordicenne si toglie la vita a Milano: l’ipotesi è che stesse giocando a Blackout

Controllando il computer e il telefono del quattordicenne, gli inquirenti hanno ricostruito le ricerche online del ragazzo che si era collegato ad alcuni siti dove gli utenti giocano a Blackout. L’ipotesi è che la morte sia stata la tragica conseguenza di un gioco folle che mette a repentaglio la vita delle persone.

L’appello dei genitori del ragazzo morto

I genitori del ragazzo si sono mobilitati diffondendo una serie di appelli e invitando i genitori a monitorare e controllare i figli, esposti ai pericoli della rete e manipolati da quelli che si possono definire cyber criminali.

fonte foto https://www.facebook.com/Primapartenza

ultimo aggiornamento: 14-09-2018

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X