La Polizia Locale di Opera pubblica su Facebook la foto di due agenti in posa con un soggetto in stato di fermo. Polemiche sui social.

Polemiche accese per la foto condivisa su Facebook dalla Polizia Locale di Opera che ritrae due agenti in posa e un giovane fermato dietro le sbarre. Lo scatto ha fatto in pochi minuti il giro della rete scatenando le critiche di molti utenti che hanno sottolineato come la foto sia offensiva e lesiva per la dignità dell’uomo, un ragazzo di colore.

La Polizia Locale di Opera pubblica la foto di due agenti in posa davanti a un soggetto in stato di fermo

La foto è finita in rete pubblicata su Facebook proprio dalla Polizia Locale di Opera, Milano. Lo scatto era accompagnato da una descrizione dell’operazione condotta dagli agenti al mercato locale, dove hanno fermato il soggetto che avrebbe infastidito i presenti.

Stamattina a seguito di segnalazioni da parte di cittadini, che lamentavano un soggetto teso ad infastidire le persone nell’area mercato di Opera, personale del Corpo è intervenuto per le attività di rito. La persona è in stato di fermo e sono in corso gli accertamenti“.

Il sindaco di Opera offre una descrizione decisamente più dura del soggetto. “Molestatore seriale, pluripregiudicato e con provvedimento di espulsione a carico arrestato [] presso l’area mercato comunale mentre molestava alcuni passanti che si rifiutavano di consegnargli soldi“.

La fotografia (e la pubblicazione della stessa) sembrerebbe rappresentare una violazione della legge, che impedisce la pubblicazione di immagini di persone private della propria libertà. L’unico accorgimento preso da chi ha condiviso la foto è stato quello di cancellare il volto del soggetto, senza però riuscire a renderlo irriconoscibile visto che molti hanno commentato il post riferendosi proprio al soggetto in questione.

Polizia Locale Opera
Fonte foto: https://www.facebook.com/polizialocaleopera/

Le scuse della Polizia Locale di Opera

Il caso è diventato di portata nazionale costringendo la Polizia Locale di Opera a fare marcia indietro rimuovendo il post in questione e scrivendo un nuovo messaggio scusandosi per la pubblicazione dello scatto e spiegando i dettagli dell’operazione che hanno portato al fermo del soggetto.

“Scusandoci dell’immagine pubblicata sul post precedente, la stessa viene rimossa immediatamente […]. La persona veniva fermata, mentre molestava in maniera insistente nell’area mercato alcuni passanti. Alla richiesta degli operatori di esibire i documenti per l’identificazione, la persona ne era sprovvista e poneva resistenza all’accompagnamento presso gli uffici per i dovuti accertamenti.

Si è proceduto pertanto al fotosegnalamento per l’identificazione personale. Dall’esito dei controlli, il soggetto aveva a suo carico un ordine di espulsione del Questore già dal 2017, trattenendosi irregolarmente sul territorio italiano. L’indagato successivamente alle attività di P.G.ha aggredito gli operatori di Polizia procurandogli lesioni. Gli stessi sono stati trasportati in ospedale. Pertanto lo stesso su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, per resistenza, minacce e lesioni a pubblico ufficiale è in stato di arresto in attesa di convalida”.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza milano Opera polizia locale

ultimo aggiornamento: 21-12-2019


Banca Popolare di Bari, Marco Jacobini indagato per corruzione

Torna la paura a Berlino: evacuato il mercato di Natale, ma era un falso allarme