Bonus assunzioni 2017 cosa conoscere su questo Bonus previsto per le aziende che assumono persone in disoccupazione.

Legge di Bilancio 2017 e Disoccupazione

La legge di bilancio 2017 ha introdotto degli incentivi e delle agevolazioni per le imprese che vogliono assumere nuovi lavoratori. A seguire vengono elencate le agevolazioni previste nel merito di ciò che propone la legge di bilancio per l’anno in corso.
Le agevolazioni che permettono di beneficiare dello sgravio contributivo o che vanno ad erogare benefici economici per i datori di lavoro che assumono giovani e disoccupati sono rivolte alle aziende di tutto il territorio nazionale.

I Giovani e Disoccupati – Tutti i Bonus

Viene prorogato anche per il 2017 il bonus assunzioni che viene rivolto ai disoccupati residenti al Sud e ai giovani, questo Bonus è quello relativo alla proroga degli incentivi previsti per il programma Garanzia Giovani.
Le agevolazioni che mirano a maggiori assunzioni sono rivolte anche ai seguenti soggetti:

  • donne
  • giovani genitori
  • lavoratori over 50
  • lavoratori delle categorie svantaggiate o con disabilità accertata e comprovata
  • a chi rientra sotto Naspi e Cigs.

Per fornire un quadro limpido della situazione, occorre dire che tutte le agevolazioni si rivolgono ai datori di lavoro del settore privato costoro potranno beneficiare di “Bonus” relativi alle assunzioni di nuovo personale anche per il 2018. L’ultima novità è quella relativa all’introduzione del Bonus assunzioni Sud, presente nella Legge di Bilancio 2017, attraverso il quale è previsto lo sgravio contributivo per i datori di lavoro che assumeranno giovani tra i 15 e i 24 anni e over 25 disoccupati da un minimo di 6 mesi.

Chi non può accedere al bonus

I soggetti esclusi secondo l’articolo 31 del Decreto Legislativo 150/2013 dagli incentivi per l’assunzione sono i seguenti:

  • Una assunzione per attuazione di obbligo che già esisteva e che era stato stabilito da norme di legge o da una contrattazione collettiva
  • Una assunzione che vada a violare il principio di precedenza alla riassunzione di un lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o finito e derivante da contratto di lavoro a termine
  • Quelle assunzioni effettuate da datori di lavoro che hanno in atto sospensioni dal lavoro per crisi o riorganizzazione aziendale
  • Tutte le assunzioni di lavoratori licenziati dallo stesso datore di lavoro nei 6 mesi precedenti

Per maggiori informazioni è possibile consultare la circolare INPS che illustra la norma nel dettaglio.

certificato_unicasim

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
agevolazioni agevolazioni 2017 Disoccupazione guide occupazione

ultimo aggiornamento: 10-06-2017


La Borsa di Tokyo: Cosa conoscere su una delle principali borse mondiali

Bollette: come ottenere delle agevolazioni su di esse